Italseven: a Mosca segnali di crescita

Chiude al terzo posto la prima giornata la squadra di Vilk, che dopo una pessima prova con la Russia sale di livello con Germania e Lituania.

L’Italseven sfiora il colpaccio a Mosca dopo un avvio difficile, pareggiando con la Germania, ma la vittoria dei tedeschi sulla Russia la condanna al terzo punto nel girone. Così gli azzurri vanno ai quarti dove troveranno la forte Spagna.

Parte subito forte la Russia, con gli azzurri che sono subito costretti a commettere diversi falli, ma dopo un minuto di gioco arriva la meta al largo e Russia avanti 5-0. E le cose peggiorano subito dopo. Sul calcio d’avvio il pallone sfugge agli azzurri, non all’ala russa che vola e segna la seconda meta per il 12-0. È un monologo il primo tempo, con l’Italia spesso fastidiosa da vedere in campo, tanto appare sufficiente nelle giocate. Finalmente nel finale di tempo iniziano a giocare gli azzurri e a tempo scaduto arriva la meta di Giovanni D’Onofrio che manda le squadre al riposo sul 12-5 per la Russia. Si salva l’Italia a inizio ripresa, ma gli azzurri non possono nulla dopo 3 minuti, quando il numero 1 russo si invola, rompe un placcaggio e schiaccia tra i pali per il 19-5 che chiude il discorso. Non riesce a controllare il pallone, per l’ennesima volta, Mba e subito arriva la quinta meta russa per il 24-5 finale. Continua a leggere su OA Sport.

Rispondi