Challenge Cup: Treviso se la gioca, ma gli errori costano caro

Montpellier si impone nei quarti di finale al termine di un match dove la Benetton gioca alla pari e rischia un clamoroso colpaccio.

Sogna Treviso un clamoroso accesso in semifinale di Challenge Cup, lotta alla pari contro il più quotato Montpellier, passa anche avanti con una bellissima meta di Garbisi, ma piccoli errori costano caro ai veneti che alla fine devono cedere e dire l’addio ai sogni di gloria al termine di un match combattuto, dove nel finale non sfruttano il vantaggio numerico in campo.

Buona partenza di Treviso sotto la pioggia, con i francesi subito fallosi su una palla volante e Paolo Garbisi mette subito tre punti sul tabellone. Risponde subito il Montpellier, che subito attacca con rabbia, difende quando Treviso prova a uscire dai propri 22 e ottiene un fallo e va sulla piazzola Paillaugue per il pareggio. Tenuto francese e Garbisi al 7’ torna sulla piazzola e nuovo vantaggio. Ancora una volta reagisce Montpellier, fatica in difesa Treviso che subisce gli affondi dei padroni di casa e arriva la meta di Paillaugue che poi manca la trasformazione e punteggio che va sull’8-6. Treviso si butta in attacco, gioca bene, obbliga al fallo Willemse, che viene ammonito, e Garbisi riporta avanti gli ospiti dalla piazzola. Insiste una bella Treviso, che sfonda con Morisi, ma l’ultimo passaggio finisce in touche. Continua a leggere su OA Sport.

Rispondi