Pro 14: Treviso, anche a Glasgow arriva un ko

Si chiude senza successi la stagione di Guinness Pro 14 della Benetton Treviso, che nel recupero di oggi in casa dei Glasgow Warriors gioca bene, ma non basta e cede contro gli scozzesi.

Molto falloso Glasgow nei primi minuti di gioco e Treviso che può sfruttare l’indisciplina scozzese per risalire comodamente il campo. Palla in mano però la Benetton fatica a fare strada, con i biancoverdi a lungo attorno ai 5 metri dei Warriors, ma alla fine Ratuva viene portato fuori e nulla di fatto. Ancora un pallone perso da Ratuva e Glasgow si ritrova di colpo dall’altra parte in attacco. Ancora un placcaggio alto di Treviso e al 9’ gli scozzesi vanno sulla piazzola con Ross Thompson e Warriors avanti 3-0. Ancora un pallone regalato agli avversari ferma Treviso in attacco e, anzi, la mette in difficoltà in difesa. Commette fallo la squadra ospite e al 14’ Thompson torna sulla piazzola e 6-0 in campo. Reagisce Treviso che con una bellissima maul arriva vicino all’area di meta e conquista un fallo. Mischia, ancora un fallo scozzese e questa volta gli ospiti vanno per la touche. Continua a leggere su OA Sport.

Foto: Ettore Griffoni – LPS

Un commento su “Pro 14: Treviso, anche a Glasgow arriva un ko

  1. Partita come tante altre viste in stagione (troppe). In attacco ci si prova anche a buon ritmo, ma presto finiscono le idee e o ci si schianta contro una difesa attenta o si perde malamente l’ovale per errori propri.
    In attacco, Masi dovrà far un gran lavoro, perchè Treviso ha un gioco che tende a dare poca variazione all’attacco e al senso gioco, dando la palla off nine quasi sempre in mano agli avanti che si spera sfondino, senza però una vera continuità dei pod, e quindi lasciando spesso e volentieri uomini (stanchi) isolati.
    In difesa solite magagne, troppa strada fatta dalle cariche di Glasgow (che non mi è sembrata assolutamente trascendentale come squadra) e almeno 2 mete derivanti da un “complicarsi la vita da soli gratuitamente”, specie dopo che si era riusciti a scamparla una prima volta.
    La voglia sembra esserci, concentrazione, calma e tranquillità nel giocare senza forzare ad ogni costo, no. Auguri a Bortolami, Gustard, Ongaro e Masi. Giovani interessanti (per questo livello, non iniziamo a incensarli come possibili salvatori di una nazionale che è un disastro) ce ne sono, e dando loro continuità e responsabilità secondo me possono venir fuori bei giocatori. Ieri buona partita di Lucchesi, e con le grandi sfortune che abbiamo avuto a tallonatore negli ultimi anni per addii forzati è una buona notizia…

Rispondi