Sei Nazioni: Scozia, Hogg a 10 contro l’Italia

Gregor Townsend fa ben sette cambi in vista del match con gli azzurri che chiuderà il Sei Nazioni 2021 per le due squadre.

Stuart Hogg inizierà la partita in Scozia per la prima volta in una squadra dal nuovo look per affrontare l’Italia nel round finale del Guinness Sei Nazioni 2021. Tutte le 82 presenze precedenti del capitano per il suo Paese sono arrivate come estremo, ma con Finn Russell assente per un trauma cranico, Hogg riceve la maglia numero 10 per la visita degli azzurri. Ci sono altri importanti cambiamenti per la squadra che ha perso 27-24 contro l’Irlanda nel quarto round, con Gregor Townsend che ha optato per sette modifiche al suo XV iniziale.

Il passaggio di Hogg al mediano vede Sean Maitland passare a estremo e Darcy Graham entrare all’ala, mentre la prestazione di Huw Jones dalla panchina la scorsa settimana viene premiata con una partenza all’esterno del centro mentre Chris Harris esce. Scott Steele guadagna il suo primo inizio con la Scozia a mediano di mischia, con Ali Price che va in panchina, e c’è una nuovissima coppia in seconda linea con Sam Skinner e Grant Gilchrist che iniziano al posto del duo infortunato Jonny Gray e Scott Cummings.

Gli ultimi due cambi sono in prima fila quando il tallonatore di Edimburgo David Cherry fa la sua prima partenza per la Scozia e Zander Fagerson torna a pilone. Jaco van der Walt fornirà la copertura numero 10 per Hogg in panchina, dove vincerà la sua seconda presenza se chiamato, e il seconda linea di Gloucester Alex Craig è in linea per il suo debutto internazionale dalla panchina.

Dopo una storica vittoria a Twickenham nel Round 1, la Scozia ha subito perdite frustranti contro Galles e Irlanda e Townsend vuole vedere la squadra dal nuovo look lasciare un segno al BT Murrayfield nel Super Saturday mentre gli azzurri arrivano in città. “Sabato è un’opportunità per noi di mostrare una prestazione migliore e un riflesso molto più fedele di chi siamo come squadra”, ha detto Townsend. “È anche un’opportunità per molti giocatori al loro primo inizio di campionato. Il modo in cui ci esibiremo fisicamente questo fine settimana sarà molto importante, sia in termini di energia e impegno che ti vengono richiesti ogni volta che rappresenti la Scozia, sia in termini di impatto in ogni contatto. Ogni volta che giochiamo con l’Italia l’area di contatto è ferocemente contestata e sono sicuro che questa partita non sarà diversa. L’Italia ha giocato un rugby ambizioso e si è comportata meglio fuori casa nel campionato di quest’anno, causando una serie di problemi sia all’Inghilterra sia alla Francia. Ci aspettiamo che producano il loro miglior rugby della stagione contro di noi, quindi ci concentriamo sul fornire una prestazione completa di 80 minuti al BT Murrayfield sabato”.

SCOZIA

15 Sean Maitland, 14 Darcy Graham, 13 Huw Jones, 12 Sam Johnson, 11 Duhan van der Merwe, 10 Stuart Hogg (c), 9 Scott Steele, 8 Matt Fagerson, 7 Hamish Watson, 6 Jamie Ritchie, 5 Grant Gilchrist, 4 Sam Skinner, 3 Zander Fagerson, 2 David Cherry, 1 Rory Sutherland
In panchina: 16 George Turner, 17 Jamie Bhatti, 18 Simon Berghan, 19 Alex Craig, 20 Nick Haining, 21 Ali Price, 22 Jaco van der Walt, 23 Chris Harris

Rispondi