Mondiali femminili: Rinviata l’edizione 2021

World Rugby ha annunciato che la Rugby World Cup 2021 che deve svolgersi in Nuova Zelanda verrà rinviata di un anno.

Non si disputeranno questo autunno i Mondiali di rugby femminili, previsti in Nuova Zelanda dal 18 settembre al 16 ottobre 2021. World Rugby ha annunciato che causa il perseguire dell’emergenza Covid-19 e le incertezze legate alla pandemia i Mondiali verranno spostati di un anno.

“World Rugby ha preso la difficile decisione di raccomandare il rinvio della Rugby World Cup 2021, che si doveva svolgere in Nuova Zelanda dal 18 settembre al 16 ottobre, al prossimo anno. La raccomandazione sarà presa in considerazione dal Consiglio della Coppa del mondo di rugby e dal Comitato esecutivo del mondo di rugby rispettivamente l’8 e il 9 marzo.

La raccomandazione si basa sull’evoluzione del panorama globale legato al COVID-19, che resta incerto e impegnativo. È diventato chiaro nelle recenti discussioni con i partner chiave che, data la portata dell’evento e le incertezze relative al COVID-19, non è semplicemente possibile fornire l’ambiente migliore per le squadre. Le sfide includono l’incertezza e la capacità delle squadre di prepararsi adeguatamente per un torneo di Coppa del mondo di rugby sia prima sia all’arrivo in Nuova Zelanda e sfidare le restrizioni di viaggio.

World Rugby può assicurare che la raccomandazione di posticipare il torneo contribuirà a garantire che la Coppa del mondo di rugby 2021 sarà il meglio che possa venir offerto il prossimo anno per i giocatori, i fan e la famiglia del rugby, organizzando una delle più grandi Coppe del mondo di rugby”.

Rispondi