Sei Nazioni 2021: Francia, l’avversario più duro è il Covid

I Bleus hanno ben cinque positività nel gruppo e la sfida con la Scozia è a rischio.

Hanno battuto l’Italia e l’Irlanda e sono i favoriti d’obbligo per la vittoria finale. Ma negli ultimi giorni i Bleus si sono trovati ad affrontare un avversario ben più difficile da battere. Il Covid-19 che sta mettendo in difficoltà Fabien Galthié in vista del match contro la Scozia. Il ct è risultato positivo al virus, ma con lui ci sono anche Antoine Dupont, il miglior francese nelle prime due giornate, Gabine Villiere, Mohamed Haouas, Arthur Vincent e Julien Marchand. Cinque giocatori che non ci saranno con la Scozia e gruppo che Galthié ha dovuto reinventare.

Rispetto ai primi convocati, infatti, il tecnico ha dovuto richiamare cinque giocatori per colmare i vuoti lasciati dai positivi in quarantena. Nel gruppo, dunque, ecco entrare Yoram Moefana, Jonathan Danty, Maxime Lucu, Donovan Taofifenua e Dorian Aldegheri. Sperando che non aumentino i casi, altrimenti il rischio concreto è che la sfida con la Scozia possa venir rinviata.

2 commenti su “Sei Nazioni 2021: Francia, l’avversario più duro è il Covid

  1. Le 5 assenze sono tutte pesanti, si sottolinea tanto Dupont ma per esempio non trovo meno importante l’assenza di MArchand che sia come ball carrier che come difesa e’ stato un giocatore chiave della francia nelle prime due giornate. Lui e Haouas sono statio anche fondamentali nella mischia ordinata per la Francia.
    Vincent e Villiere anche assenze di peso col primo che secondo me in particolare sta facendo un gran bel torneo.

    Sfortunati i Francesi che avran profondita’ ma perdere questi 5 cosi’ potrebbe essere non di poco peso…sensazione che al Galles ogni possibile botta di fortuna stia arrivando sta stagione, due vinte giocando malissimo e grazie ai rossi avversari, Francia con 5 uomini importanti col covid…

  2. Giusto oer chiarire che sltrove si vedono commenti che definire insulsi e’ un complimento.

    Dall’inizio del torneo ad oggi nessun giocatore irlandese in ritiro con la nazionale o che si allena con le Provincie e’ risultato positivo ai test. I giocatori sono sottoposti a due test a settimana. Controllo temperatura e dello stato di salute dei giocatori sono fatti giornalmente!

    Da luglio in poi la irfu ha fatto oltre 10mila pcr test ai giocatori e stagf delle con solo lo 0.3% risultati positivi.

Rispondi