Challenge Cup: le Zebre sprecano e pareggiano con Bayonne

Troppi errori di Rizzi e compagni contro i francesi e, alla fine, arriva solo un pareggio che sta stretto ai padroni di casa.

I bianconeri sprecano troppo e regalano un pareggio ai francesi al termine di una partita dove Mbandà e compagni avrebbero sicuramente potuto fare di più. Esordio amaro, dunque, in Challenge Cup per la franchigia federale.

Pronti, via e bastano 44 secondi alle Zebre, oggi in rosa, per andare in meta. Bell’offload di Boni, palla a D’Onofrio che trova il break, passaggio a Laloifi e meta del vantaggio per i padroni di casa. Risponde subito il Bayonne, che si porta nei 22 bianconeri, maul avanzante e fallo che i francesi calciano in touche. Ma pessima rimessa, con il tallonatore che cerca una finta, ma fa confusione e regala un calcio libero alle Zebre. Insiste Bayonne, ma difende meglio la squadra di casa. Ma Zebre indisciplinate e al 9’ va sulla piazzola Ordas che trova i primi punti per Bayonne e punteggio che va sul 5-3. Si riportano avanti le Zebre, bell’azione corale, ma alla fine l’ultimo passaggio è esagerato e Ranton non può controllare l’ovale e occasione persa. Non perde l’occasione, invece, il Bayonne subito dopo, che sfrutta ancora una volta l’indisciplina italiana e schiaccia in meta con Ruru per il vantaggio francese sul 5-10. E ancora un fallo bianconero manda Ordas sulla piazzola e il primo quarto si chiude con Bayonne avanti 5-13. Continua a leggere su OA Sport.

Foto – Massimiliano Carnabuci/LPS

Rispondi