Italia: scoppia il “caso” Minozzi. Perché non c’era col Galles?

L’estremo azzurro assente per infortunio, ma mentre gli azzurri perdevano a Llanelli lui era in campo con i Wasps. Cosa è successo?

Come sta Matteo Minozzi? La domanda è d’obbligo dopo l’assurdo weekend ovale appena trascorso. Sì, perché secondo la Fir, da comunicato ufficiale del 30 novembre, “…dopo la valutazione dello staff medico della Nazionale che ha escluso possibilità di un suo recupero – in seguito alcuni problemi fisici riscontrati post partita contro la Francia – verso l’ultimo match in Galles in programma sabato 5 dicembre”. Dunque, secondo lo staff medico federale Minozzi era infortunato e non poteva giocare sabato. Eppure, sabato l’estremo è entrato in campo nella ripresa del match tra i Wasps e i Newcastle Falcons, giocando 23 minuti. Come si nota, due versioni difficilmente compatibili tra loro.

Come mai, dunque, Minozzi non c’era contro il Galles? Sussurri dalla bolla azzurra hanno parlato – come riporta Francesco Volpe sul Corriere dello Sport – di dissidi tra il giocatore e Franco Smith. Uno scontro che ha portato alla rottura e alla scelta di rimandare l’estremo in Inghilterra. Così come sarebbe successo con altri due pilastri azzurri, cioè Mattia Bellini e Sebastian Negri, ufficialmente infortunati ma che le voci danno pienamente ristabiliti e sani. Ma se su questi due casi si può solo speculare, la presenza di Minozzi in campo coi Wasps mette la Federazione Italiana Rugby di fronte a una realtà evidente. Il comunicato stampa del 30 novembre o era una bugia bella e buona, o dice che lo staff medico ha valutato in maniera sbagliata l’infortunio di Minozzi, escludendolo dal match del Galles quando, invece, avrebbe potuto recuperare benissimo. In entrambi i casi non una bella figura, ma se la realtà (e le voci su Bellini e Negri la rendono più credibile) fosse la prima. Beh, allora la gestione Smith – già priva di successi nel primo anno – diventerebbe ancora più complicata, con una spaccatura nel gruppo che non serve proprio.

Foto – Ettore Griffoni/LPS

2 commenti su “Italia: scoppia il “caso” Minozzi. Perché non c’era col Galles?

  1. Fiat troppi dubbi su questa gestione, peccato. Speravo ci fosse un’inversione di tendenza anche a livello federale, ma a quanto pare nessuno ha imparato nulla, e questi screzi, se confermati, saranno solo il coltello nella piaga

Rispondi