Autumn Nations Cup: Italia, ecco il XV per il Galles

Franco Smith ha annunciato la formazione che scenderà in campo sabato a Llanelli. Esordio per Monty Ioane.

L’autunno dell’Italrugby si concluderà sabato 5 dicembre, con fischio alle 17.45, quando i ragazzi di Franco Smith affronteranno il Galles nella finalina per il quinto posto. E oggi il tecnico sudafricano ha annunciato la formazione che scenderà in campo a Llanelli contro il XV di Wayne Pivac, in un match che vedrà in campo due grandi deluse di questo autunno ovale.

La novità assoluta per gli azzurri è l’esordio dell’ala di origine samoana Montanna Ioane, che proprio in questi giorni è diventato eleggibile per l’Italia e dopo aver partecipato come invitato agli ultimi raduni di Franco Smith potrà finalmente giocare. Ala molto tecnica, ma al tempo stesso con un fisico possente e una grande velocità, Monty Ioane è sicuramente un giocatore atipico per la trequarti azzurra e sarà un potenziale terminale offensivo devastante. Al tempo stesso il giocatore è un ottimo placcatore e potrà alzare il livello anche in difesa dell’Italia. Continua a leggere su OA Sport.

Foto – Ettore Griffoni

SOSTIENI R1823 CON UNA DONAZIONE

R1823 è da sempre gratuito, basandosi sulla raccolta pubblicitaria che, però, è sempre più difficile, soprattutto in questo periodo storico dove il rischio che molte realtà editoriali chiudano è reale. Il crollo delle notizie sullo sport comporta un crollo delle visite ai siti d’informazione verticali e, di conseguenza, un crollo degli introiti pubblicitari.
Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il lavoro di R1823 sostenendo questo blog. Puoi lasciare una piccola donazione su Paypal (dona).

Un commento su “Autumn Nations Cup: Italia, ecco il XV per il Galles

  1. OT ma Nations Cup:

    Commento sull’Irlanda.
    Partita con la Georgia: scandalosi e’ dir poco. Abbiamo schierato l’argenteria (al netto infortuni) per vincere 23-10 giocando malissimo. L’avessimo vinta cosi’ con in campo che so un O’Sullivan-Sheehan-Aungier-Baird-Ahern-O’Sullivan-Penny-Coombes-Casey-H.Byrne- Daly-Frawley-Hume-Keenan-J. O’Brien direi “vabbeh dai i bocia sono gia’ superiori a sti qua, di poco ma superiori”. Ma non abbiamo schierato i bocia! Stander, Beirne, James Ryan, Porter, Healy, POM, CJ, Murray tutti necessari per vincerla 23-10…e non e’ che questi siano brocchi, giochiamo male, o meglio non abbiamo un gioco d’attacco, la difesa fa pena ed i set pieces sono un disastro. 

    Attacco: ripeto quanto detto la scorsa settimana, alcuni movimenti dietro sono proprio paro paro le linee di corse e schemi che l’Italia faceva con Catt, perche’ non e’ sempre e solo colpa del materiale a disposizione quando vedi movimenti che sono chiaramente disegnati e studiati ma sono ciofecate immani. 
    Difesa: se ne occupa Easterby ora con Farrell head coach…tra 6N di Febbraio-MArzo ed oggi se ne son viste di tutti i colori, e su certi errori dei singoli ci si domanda se si lavora sulla tecnica o meno.
    Farrell non e’ contento ha detto….e ci mancherebbe altro! Nucifora in settimana si e’ fatto sfuggire che quando hanno dato la squadra a Faz non ci fu nessuno processo di selezione, nessun altro allenatore fu invitato ad un colloquio….Faz fu promosso cosi’…alquanto discutibile come approcio. Nucy si e’ fatto anche sfuggire che sto novembre non pesa ma che il prossimo 6N e’ fondamentale per valutare lo staff. Pressione che per me significa per Faz prendere meno rischi nel testare…
    Set pieces: disastrosi come non mai al momento…difficile anche dire da dove iniziare a lavorare.

    Farrell intanto spiega che i giovani alla Casey, H Byrne non giocano perche’ non hanno giocato in HC quindi non son testati a dovere. Beh almeno su una cosa concordo con lui, e bel colpo al ProCiofeca che l’Head Coach senza dirlo apertamente ma chiaramente tra le righe ha dato.Detto da tempo immemore ormai ovunque ma finalmente qualcuno lo dice tra le righe: il ProCiofeca non e’ abbastanza probante da poter valutare in maniera chiara il valore dei giocatori…chissa’ se la IRFU si svegliera’ al riguardo.  Se la IRFU veramente vuole puntare in alto e’ arrivato il momento di andare nella riuniione del board e dire che o si innalza il livello o loro si guarderanno in giro (certo intavolare un discorso con la RFU prima sarebbe meglio). Inutile farsi belli sui giovani che chiaramente non stanno venendo testati come si deve, poi vai a livello internazionale ed improvvisamente Larmour non e’ solido come pensavi, Chris Farrell non spacca le difese come pensavi, Lowe se ha davanti un’ala di livello internazionale dimezza la sua pericolosita’ e cosi’ via.

    L’Ulster infarcito di giovani va e vince ad Edinburgo col bonus, il Leinster fa tutti i punti bonus schierando Accademici, il Munster anche bene o male. Riprendo le statistiche IRFU: 24 su 25 vinte, in 19 occasioni se non sbaglio bonus offensivo e tutto questo schierando oltre quaranta ragazzi U23 in questo avvio di stagione di ProCiofeca…ad un certo punto capisco Faz che guarda e si domanda se sti bocia sono testati decentemente o meno e decide che non lo sono. Ah mentre aspettiamo che i giovani vengano testati Ben Healy e’ eleggibile per la Scozia e Townsend non ignora la cosa…vediamo di farcelo fregare.

    Per il resto, leggo in giro “manca uno che subentri a Sexton”…memoria corta, Carbery e’ stato spostato a Limerick proprio per quello ma e’ rotto per l’assurda scelta di portarlo ai mondiali con una caviglia sfondata. Ci sarebbe stato anche Jackson nell’ultimo quadriennio pre mondiale 2019 ma si e’ fregato da solo. In ogni ruolo, tranne il pilone sinistro, le alternative giovani ci sarebbero, ma giocano in un campionato di livello ormai chiaramente basso.

Rispondi