6 Nazioni: La Francia vince la battaglia, l’Inghilterra la guerra

Si è conclusa a Parigi l’edizione 2020 di un torneo che è durato nove mesi con il successo dei Bleus.

È l’Inghilterra la squadra campione del Guinness Sei Nazioni 2020. La vittoria della Francia a Parigi contro l’Irlanda, infatti, premia i britannici che con il successo nel pomeriggio a Roma si laureano campioni. Non riesce il colpo all’Irlanda che cede alla distanza.

È l’Irlanda a spingere a inizio partita, con la consapevolezza che una vittoria varrebbe molto probabilmente il titolo, mentre il netto successo inglese sull’Italia cancella quasi le chance francesi, che dovrebbero vincere con 31 punti di vantaggio. Dopo cinque minuti punizione per l’Irlanda da oltre metà campo, ma il calcio non arriva tra i pali. Al 7’, però, giocata incredibile di Fickou che si libera di due avversari, libera Dupont che schiaccia tra i pali, con Ntamack che trasforma per il 7-0. Subito dopo, però, calcetto di Sexton vicino all’area di meta. Anthony Bouthier anticipa Keenan, ma lo fa buttando direttamente l’ovale fuori. Giallo per l’estremo francese e touche sui 5 metri, ma non concretizza. Insiste l’Irlanda, entra in area di meta ma viene tenuta alta. Ancora gli ospiti, Francia in grande sofferenza, e al 19’ arriva il pick&go con Cian Healy che schiaccia e pareggio irlandese. Leggi tutto su OA Sport.

5 commenti su “6 Nazioni: La Francia vince la battaglia, l’Inghilterra la guerra

  1. Francia forte e squadra coi piu’ ampi margini di miglioramento alla fine di questo 6N.

    Noi, una marea di errori pesantissimi, Stockdale ne combina di tutti i colori, ma Sexton a fine primo tempo ha fatto una chiamata che uno con la sua esperienza non puo’ fare…doveva prendere i 3 punti mandarci all’intervallo sotto di uno non di 4. Due lineouts persi nei loro 22 ed un altro fuori…ed i due di fila di Heffernan non sono solo colpa sua, ma di chiamata e tempismi lancio-salto osceni. Due penal-touche mancati…insomma se potevano sbagliare qualcosa han deciso di sbagliare in quasi tutto.
    Non ci speravo molto, speravo che la mancanza di pressione delle 4 mete pero’ ci facesse giocare con piu’ lucidita’ ma non e’ stato cosi’.

    Ora arriva il torneo di novembre, spero che Faz prenda coraggio di dare una bella rinfrescata come ha fatto Galthie’

  2. Con Galles-Francia, per me la partita più bella del 6n. Francia che ha tutto, talento, fisicità, tecnica, consapevolezza dei propri mezzi, fame e uno staff come si deve. Edwards la miglior mossa che potessero fare.
    Irlanda che rimane forse la squadra più quadrata del 6N, che però oggi han trovato qualcuno che sul fisico l’ha affrontata e battuta. Francia che sembrava a tratti fare all’Irlanda quello che l’Irlanda fa (in difesa) con gli altri. Work rate da paura e nessun errore.
    Barnes che come altri sembra iniziare a fischiare di più al bd. Certo, farlo sempre non sarebbe male (un paio di falli fischiati ai verdi con palese fallo dei francesi).
    Comunque gran partita…

  3. La Francia è un concentrato di talento , il giorno che riuscirà a esprimerlo compiutamente ( se arriverà quel giorno ) saranno dolori per gli avversari.

  4. Intanto qui polemica su come Sexton e’ uscito squotendo la testa. Mah io capisco chi dice “e’ il capitano, telecamere addosso, doveva stare attento” ma per me per una volta ha ragione Quinlan, Sexton non ha solo non fatto nulla di grave ma non ha neanche sbagliato.
    Sexton e’ uno competitivo al 100%, ed e’ qullo che ne fa un vincente oltre alle indubbile qualita’ di giocatore. Alla sostituzione si era sul -8, la partita poteva ancora venir riaperta, e forse c’era anche spazio per vincere il torneo e lui vuole esser li’ a giocarsela fino all’ultimo. La scorsa settimane son venute fuori commenti di rassie Erasmus al Mondiale che defini’ l’Irlanda “soft” prima della sfida col Galles, Sexton li’ mosta di non essere soft, di voler essere in campo perche’ ci crede e vuole giocarsela.
    Veramente qualcuno pensa che in una sitiuazione omologa Carter, McCaw, Wilko sarebbero usciti sorridenti ed a pollice alzato? No sarebbero stati incazzati uguali. Sexton non in sulta o offende Byrne li’ semplicemente manifesta la sua voglia di essere li’ a lottare fino alla fine!

Rispondi