Affari italiani: Gavazzi risponde alle accuse di R1823

Con una mail al sottoscritto il presidente della Federazione Italiana Rugby risponde riguardo le ultime uscite sui social e le accuse reciproche con Marzio Innocenti.

Continua a tenere banco nel rugby italiano, nonostante finalmente oggi si torni in campo, la querelle tra Alfredo Gavazzi, numero 1 della palla ovale italica, e Marzio Innocenti, suo avversario e candidato alle prossime elezioni federali. Lo scorso 18 agosto, commentando le dichiarazioni del presidente federale, ho pubblicato un articolo intitolato “Affari italiani: Elezioni federali e deliri di onnipotenza”. Un articolo sui Alfredo Gavazzi ha voluto rispondere, mandando al sottoscritto una mail di replica. Come da mia abitudine non intendo commentare, lasciando al presidente federale la scena e il suo diritto di controbattere alle mie accuse. Preciso, solo, che nonostante le parole del presidente Gavazzi continuo a sposare al 100% la linea del mio precedente articolo. Ecco la lettera di Alfredo Gavazzi.

“Buongiorno dott. Fumero,
Ho avuto modo di leggere il suo articolo del 18 agosto su R1823 e gradirei avvalermi del diritto di replica. 
Ho già più volte ribadito come sia ferma intenzione – mia e del Consiglio – aderire scrupolosamente alle norme che regolano la convocazione dell’Assemblea Ordinaria Elettiva, quale parte dei nostri doveri istituzionali.
Sin dalla mia prima dichiarazione sull’urgenza elettorale posta dal Presidente del Comitato Regionale Veneto, ho voluto evidenziare come oggi l’unità di intenti e gli interessi del movimento, in questo contesto storico straordinario, siano prioritari rispetto a qualunque personalismo o ambizione, sulla cui liceità non ho nulla da obiettare. 
Spiace, ovviamente, rilevare come questa posizione sia stata strumentalizzata da chi, oggi, desidera soddisfare una propria ambizione. 
So che il mio operato non ha mai incontrato il suo favore, ma relativamente al posizionamento internazionale del rugby italiano ad oggi mi permetta di ricordarle alcuni risultati raggiunti da questa gestione:

  • Pariteticità all’interno del Board di PRO14 e accordo per la cessione di quote CVC con importanti risorse economiche per il movimento.
  • Partecipazione come membri Sei Nazioni alla trattativa per la cessione di quote della manifestazione allo stesso fondo di private equity, con ulteriori risorse da utilizzare nel lungo periodo per lo sviluppo del rugby italiano a conclusione della stessa
  • Quinto posto nel ranking World Rugby per la Nazionale Femminile
  • Ottavo posto ai Mondiali di categoria per l’Italia U20, miglior piazzamento mai raggiunto
  • Nono posto, prima delle terze, alla Rugby World Cup 2019 in Giappone, miglior piazzamento mai ottenuto dall’Italia 

Sul fronte nazionale, oltre al già citato impatto derivante dagli accordi con CVC, è opportuno ricordare come l’attuale Consiglio abbia anche provveduto al pieno risanamento di alcune minusvalenze per 1.700.000€ relative alle precedenti amministazioni, ricostituendo pienamente e nei tempi previsti il patrimonio netto della Federazione. 
Questo per risponderle anche circa la gestione di FIR in quanto azienda: la mia esperienza imprenditoriale mi insegna che i risultati che contano sono esclusivamente quelli misurabili ed in tal senso non posso ritenermi soddisfatto di quanto abbiamo ottenuto in questo mandato relativamente alle performance della Nazionale Maggiore, in particolare nel Sei Nazioni. 
In ultimo lei, al pari di molti altri, sembra dare per scontata una mia candidatura per un terzo mandato. Non mi risulta di aver ancora manifestato la mia disponibilità per un nuovo quadriennio e, in tutta onestà, le confesso di non aver ancora assunto una decisione in tal senso. 
Cordialmente,
Alfredo Gavazzi”

SOSTIENI R1823 CON UNA DONAZIONE

R1823 è da sempre gratuito, basandosi sulla raccolta pubblicitaria che, però, è sempre più difficile, soprattutto in questo periodo storico dove il rischio che molte realtà editoriali chiudano è reale. Il crollo delle notizie sullo sport comporta un crollo delle visite ai siti d’informazione verticali e, di conseguenza, un crollo degli introiti pubblicitari.
Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il lavoro di R1823 sostenendo questo blog. Puoi lasciare una piccola donazione su Paypal (dona).

5 commenti su “Affari italiani: Gavazzi risponde alle accuse di R1823

  1. Ahahahah il nono posto al mondiale!!!!
    E perché non ha detto che per la prima volta nella storia abbiamo pareggiato con gli All Blacks!!!!
    È un comico nato!!!

  2. “Nono posto, prima delle terze, alla Rugby World Cup 2019 in Giappone, miglior piazzamento mai ottenuto dall’Italia.” E non dimentichiamoci che negli ultimi sei mesi siamo stati i migliori del mondo a pari merito. Noblesse oblige.

  3. Il delirio di un uomo alla sbarra che non mi rallegra perché nessuno augura disgrazie ad altri. Questo è il motivo per il quale risponde incomprensibilmente a Innocenti che gli sta dicendo in sintesi di una improbabile sua candidatura causa problemi di salute ormai noti e di non facile soluzione. Uno che sta male e il medico vero e proprio che sa di questo. Un quadro di uno squallore unico come i due in commedia. Intanto Ascione e soci si preparano a banchettare. Scusa Fumero salvo tu non ti esponga che allora sarebbe già fatta.

Rispondi