Zebre: il Lanfranchi si rifà il look

Dopo i problemi degli ultimi anni la franchigia federale avrà un campo da gioco tutto nuovo.

Il club con sede a Parma guarda con fiducia all’avvio della stagione 2020/21 che vedrà il XV di coach Bradley tornare a giocare su un campo di ultima generazione e di nuova fattura, in grado di valorizzare il rugby veloce trasmesso dal capo allenatore irlandese agli atleti in maglia multicolor.

Lo scorso maggio, infatti, lo Stadio Lanfranchi ha conosciuto i primi lavori di rifacimento del manto erboso. Gli interventi di risanamento si sono resi necessari a seguito delle violente e straordinarie precipitazioni abbattutasi su Parma e su tutto il nord Italia lo scorso autunno, le quali hanno estremamente deteriorato il campo di gioco sede delle gare domestiche della franchigia federale.

Dopo aver eliminato completamente il vecchio cotico ed aver ripristinato e migliorato le condizioni ottimali dei drenaggi del rettangolo di gioco, lo staff della ditta Ferrari Mauro & C Snc -partner dal 2012 della Federazione Italiana Rugby negli interventi di manutenzione alla Cittadella del Rugby di Parma- sta preparando in questi giorni il piano di posa per le zolle con l’obiettivo di ultimare i lavori in vista del derby di Guinness PRO14 contro il Benetton Rugby previsto per fine agosto.

Grande l’entusiasmo da parte di dirigenti, atleti e membri dello staff tecnico della franchigia federale che presto potranno archiviare come un lontano ricordo le partite della scorsa stagione giocate al limite della praticabilità e guardare al futuro con un alleato in più per Tommaso Castello e compagni: il nuovo manto dello Stadio Lanfranchi di Parma, impianto in gestione alla Federazione Italiana Rugby.

SOSTIENI R1823 CON UNA DONAZIONE

R1823 è da sempre gratuito, basandosi sulla raccolta pubblicitaria che, però, è sempre più difficile, soprattutto in questo periodo storico dove il rischio che molte realtà editoriali chiudano è reale. Il crollo delle notizie sullo sport comporta un crollo delle visite ai siti d’informazione verticali e, di conseguenza, un crollo degli introiti pubblicitari.
Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il lavoro di R1823 sostenendo questo blog. Puoi lasciare una piccola donazione su Paypal (dona).

Rispondi