Rugby & Regole: addio mischia per colpa del Covid-19?

World Rugby sta valutando diverse nuove regole per tornare il prima possibile in campo. Ma saranno temporanee o definitive?

World Rugby sta studiando soluzioni temporanee per velocizzare i tempi che permetteranno alla palla ovale di tornare in campo. Regole che sacrificheranno molti degli elementi distintivi del rugby – in particolare le mischie – ma che dovrebbero garantire un minor contatto tra i giocatori almeno fino a quando non ci sarà un vaccino. Perché l’opinione generale è che, senza vaccino per il Covid-19, nulla sarà come prima nel rugby.

Il rischio, però, è che questa situazione d’emergenza sia il grimaldello per quella parte del mondo rugbistico che sogna di rivoluzionare questo sport, rendendolo più veloce, più televisivo, sacrificando i tempi morti. Cioè sacrificando soprattutto la mischia, cioè il momento più complesso da un punto di vista dello spettacolo, apprezzata solo da chi conosce bene le regole, mentre è la situazione di gioco meno comprensibile per i neofiti. Ma come potrebbe cambiare il rugby?

Continua a leggere su OA Sport.

SOSTIENI R1823 CON UNA DONAZIONE

R1823 è da sempre gratuito, basandosi sulla raccolta pubblicitaria che, però, è sempre più difficile, soprattutto in questo periodo storico dove il rischio che molte realtà editoriali chiudano è reale. Il crollo delle notizie sullo sport comporta un crollo delle visite ai siti d’informazione verticali e, di conseguenza, un crollo degli introiti pubblicitari.
Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il lavoro di R1823 sostenendo questo blog. Puoi lasciare una piccola donazione su Paypal (dona).

5 commenti su “Rugby & Regole: addio mischia per colpa del Covid-19?

  1. Bravissimo Duccio, se ne parlava fuori onda coi “compagni di merenda”!

    Sembra che si colga la palla al balzo per testare le aprtite senza mischia, perche’ non mi si puo’ venire a raccontare che le 14 mischie di media a aprtita e le 12 maul di media a aprtita son piu’ pericolose di 180 ruck di media a partita…perche’ e’ una minchiata colossale.

    Vado oltre, sempre nelle discussioni fuori onda si notava come anche il passaggio stesso dell’ovale sarebbe di per se stesso pericoloso..quante volte si tolgono I giocatori I paradenti ogni partita? Facciamo prima di ogni mischia, lineout, calcio piazzato di media? Spra abbiamo 12 maul e 14 mischie di media, fan gia’ 26 volte di media aggiungiamocene un’altra dozzina tra piazzati, punizioni e siamo a 36 volte in cui un giocatore prende fuori dalla bocca il paradenti e poi tocca l’ovale. Poi gesti come passarsi la mano sulla faccia per rimuovere sudotre o polvere/erba/fango, giocatori che sputano per terra.

    Se World Rugby vuole fare le prove generali per vedere come la gente piglia il rugby senza queste fasi lo dica, la storia del Covid 19 e’ una scusa e basta perche’ il rugby non lo puoi rendere sicuro da questo punto di vista, con o senza mischie e maul!

  2. Io per maggior sicurezza metterei una rete a metà campo e toglierei i giocatori di mischia e qualche tre quarti, tipo cinque giocatori per squadra. Certo, bisognerebbe ridurre le dimensioni del campo e essendoci la rete in mezzo dovrebbe essere consentito il passaggio in avanti. Non potendo andare nella metà campo avversario per segnare sarebbe sufficiente che la palla toccasse il terreno nel campo avversario. Per far capire che son regole solo temporanee bisognerebbe anche trovargli un nome temporaneo, chessò…. pallavolo?

  3. Come se il problema fosse infettarsi quando si gioca e non che ci sia all’interno dei team chi possa infettare. Se non facessero schifo, farebbero ridere. Peggio del calcio, e appena rieletti.

Rispondi