6 Nazioni 2020: Williams “Difficile finisca, troppi soldi in ballo”

L’ex ala del Galles pessimista per il futuro del rugby, troppo ‘debole’ economicamente rispetto ad altri sport.

Arriva una doccia fredda sulle speranze degli appassionati di veder concludersi – prima o poi – il Guinness Sei Nazioni 2020. La doccia arriva da Shane Williams, leggenda del Galles e una delle ali più belle da vedere in campo nel primo ventennio del torneo. Secondo l’ex giocatore, infatti, le chance di tornare in campo sono pochissime. Questione di soldi e priorità.

“È difficile per il rugby e daranno la priorità agli sport che portano più soldi nell’economia. Chi può competere con il calcio, con gli sponsor e gli accordi televisivi che hanno? Il rugby non è affatto vicino a tutto ciò e ciò significa che avrà sempre una posizione dietro al calcio e a molti altri sport” ha dichiarato Williams.

Continua a leggere su OA Sport.

SOSTIENI R1823 CON UNA DONAZIONE

R1823 è da sempre gratuito, basandosi sulla raccolta pubblicitaria che, però, è sempre più difficile, soprattutto in questo periodo storico dove il rischio che molte realtà editoriali chiudano è reale. Il crollo delle notizie sullo sport comporta un crollo delle visite ai siti d’informazione verticali e, di conseguenza, un crollo degli introiti pubblicitari.
Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il lavoro di R1823 sostenendo questo blog. Puoi lasciare una piccola donazione su Paypal (dona).

Rispondi