Sei Nazioni: non (solo) per soldi, ma per sport

Il Grillotalpa, aka Paolo Wilhelm, affronta il tema della permanenza dell’Italia nel torneo continentale. Facendo notare una grave dimenticanza nel dibattito.

“Che cosa ci fa l’Italia (ancora) nel Sei Nazioni?” è il titolo. Il sommario dice: “Dopo l’editoriale del Times che auspica l’uscita dell’Italia dal Torneo abbiamo provato a fare un’analisi sul perché sia una cosa senza senso per tutti”.

Sto parlando di un articolo pubblicato da OnRugby in cui si elencano in maniera dettagliata e molto ben argomentata tutti i motivi per cui l’Italia deve rimanere nel Sei Nazioni. Non sto qui a dirvi quali sono – leggete il pezzo pubblicato – perché sono totalmente d’accordo con quanto scritto dal portale, le motivazioni sono ineccepibili.

Però c’è un però. Nell’articolo si parla di tutto, ci sono dati economici, numeri, ricadute finanziarie e difficoltà organizzative nelle eventualità prese in esame, ovvero quella di un ritorno al Cinque Nazioni o all’introduzione di un sistema di retrocessione/promozione, ma manca una cosa: lo sport. Continua a leggere su Il Grillotalpa.

SOSTIENI R1823 CON UNA DONAZIONE

R1823 è da sempre gratuito, basandosi sulla raccolta pubblicitaria che, però, è sempre più difficile, soprattutto in questo periodo storico dove il rischio che molte realtà editoriali chiudano è reale. Il crollo delle notizie sullo sport comporta un crollo delle visite ai siti d’informazione verticali e, di conseguenza, un crollo degli introiti pubblicitari.
Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il lavoro di R1823 sostenendo questo blog. Puoi lasciare una piccola donazione su Paypal (dona).

4 commenti su “Sei Nazioni: non (solo) per soldi, ma per sport

  1. In QUESTO articolo si parla solo di soldi (anche se si fa riferimento alle altre che al 99% non sarebbero meglio di noi) ma come giustamente facevano notare nell’articolo precedente, non si vede come la situzione possa migliorare dal punto di vista sportivo uscendone. E non si spiega perchè molti italiani battano su questo tasto (o meglio si spiega con Tafazzi)

  2. Ciao Mamo, fa piacere rileggerti e dopo lo tsunami anche di più. Vedo tutti allineati e coperti che il 5N non convenga e sia anzi un affare imprescindibile per i 5 rimanere a 6. Io proprio no, e guardo a quel che si dovrà (per quattrini e condizioni oggettive) decidere sul calendario internazionale. Chi vivrà (speriamo tutti), vedrà.

    1. Ciao a te Mal.
      Ti avevo salutato alcune settimane fa con un post sotto un articolo che ora non ricordo più quale fosse.

      Felice di leggerti.

Rispondi