Rugby & Regole: cambia come si può segnare una meta

World Rugby ha annunciato una novità regolamentare che entrerà subito in vigore.

Il rugby dice addio al fantozziano “Chi ha fatto palo?”. Stop, infatti, al pallone non schiacciato in area di meta ma contro il sostegno dei pali. World Rugby cancella la regola che assegna una marcatura se l’attaccante non supera la linea di meta ma, invece, colpisce con il pallone la base del sostegno del palo. Da oggi in poi non sarà più meta.

Una decisione che si basa su due principi. Il primo è che, con i difensori obbligati a stare dietro la linea di meta durante una ruck, diventa difficile per loro contrastare un attaccante che può marcare prima di attraversare quella linea. Il secondo è di garantire una sempre maggior sicurezza ai giocatori.

I pali, infatti, sono resi meno duri da protezioni morbide che, di anno in anno, hanno aumentato le dimensioni per garantire la salute dei giocatori. Questo, però, come detto rende difficile difendere vicino al palo e spesso i difensori spostavano le protezioni per “allontanare” il palo dal possessore del pallone. Facendo così, però, ovviamente lo espongono a maggiori rischi per la salute. Da oggi, invece, per segnare una meta bisognerà schiacciare l’ovale oltre la linea di meta.

SOSTIENI R1823 CON UNA DONAZIONE

R1823 è da sempre gratuito, basandosi sulla raccolta pubblicitaria che, però, è sempre più difficile, soprattutto in questo periodo storico dove il rischio che molte realtà editoriali chiudano è reale. Il crollo delle notizie sullo sport comporta un crollo delle visite ai siti d’informazione verticali e, di conseguenza, un crollo degli introiti pubblicitari.
Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il lavoro di R1823 sostenendo questo blog. Puoi lasciare una piccola donazione su Paypal (dona).

Rispondi