Italdonne: le 5 giovanissime su cui punta Di Giandomenico

In autunno (si spera) ci saranno le qualificazioni iridate e nel 2021 i Mondiali in Nuova Zelanda del rugby femminile. Ecco cinque Under 23 da tenere d’occhio.

L’Italdonne del rugby è entrato nel 2020 con obiettivi ben precisi e l’emergenza Covid-19 non ha spostato quella che è la meta finale delle ragazze di Andrea Di Giandomenico. Disputare un buon Sei Nazioni, e le prime due uscite erano state in linea con le aspettative, una vittoria in Galles e un ko contro la forte Francia in trasferta, ma soprattutto giocarsi a settembre l’accesso alla Coppa del Mondo 2021 in Nuova Zelanda.

La Rugby World Cup è l’obiettivo principe del rugby femminile italiano quest’anno e quando le atlete potranno finalmente tornare ad allenarsi e a giocare staccare il biglietto per la terra delle Black Ferns diventerà ancor di più fondamentale. Con un gruppo esperto, giocatrici che in questi anni sono cresciute, sono l’ossatura di una squadra che Di Giandomenico non ha mai rivoluzionato, ma che anno dopo anno è migliorata, con innesti giovani e mirati. E in ottica RWC 2021 e oltre, ecco cinque giovanissime sulla rampa di partenza. Continua a leggere su OA Sport.

SOSTIENI R1823 CON UNA DONAZIONE

R1823 è da sempre gratuito, basandosi sulla raccolta pubblicitaria che, però, è sempre più difficile, soprattutto in questo periodo storico dove il rischio che molte realtà editoriali chiudano è reale.
Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il lavoro di R1823 sostenendo questo blog. Puoi lasciare una piccola donazione su Paypal (dona).

Rispondi