Rugby & Doping: squalificato il pilone irlandese Cronin

Il pilone del Munster e dell’Irlanda è stato trovato positivo a due sostanze vietate, il prednisolone e il prednisone. Il motivo della positività è incredibile.

Un caso di doping al limite dell’assurdo quello che costa a James Cronin un mese di squalifica. Il pilone del Munster è stato trovato positivo al prednisolone e al prednisone al termine del match di Champions Cup contro il Racing 92 a novembre. Ma come mai Cronin aveva assunto i due steroidi?

Il giocatore si era sentito male nei giorni precedenti alla partita incriminata e il suo medico gli aveva fatto una prescrizione. Ovviamente per dei farmaci non dopanti, ma quando il pilone è andato in farmacia chi lo ha servito ha confuso la sua prescrizione medica con quella di un altro cliente, dandogli dei medicinali che contenevano, appunto, steroidi. Cronin evidentemente non si è accorto dell’errore, ha assunto i farmaci e pochi giorni dopo è incappato nella positività.

La buonafede del giocatore e il clamoroso sbaglio del farmacista sono stati provati dall’IRFU e dal Munster e, dunque, ecco che per l’Epcr è stato ovvio infliggere una squalifica minima al pilone.

SOSTIENI R1823 CON UNA DONAZIONE

R1823 è da sempre gratuito, basandosi sulla raccolta pubblicitaria che, però, è sempre più difficile, soprattutto in questo periodo storico dove il rischio che molte realtà editoriali chiudano è reale.
Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il lavoro di R1823 sostenendo questo blog. Puoi lasciare una piccola donazione su Paypal (dona).

Un commento su “Rugby & Doping: squalificato il pilone irlandese Cronin

  1. Si può ridere? Il farmacista si è sbagliato fatalità dando per errore dei farmaci dopanti proprio ad un atleta di alto livello…. ma tu guarda la fatalità!
    E poi lui, non notando la differenza con quello che era scritto nella ricetta, senza pensarci troppo li ha presi….
    neanche a farlo apposta… ma daaaai!

Rispondi