World Rugby: le Fiji e quel candidato che imbarazza la Francia

Il 12 maggio si voterà per il governo mondiale del rugby e tra i candidati all’esecutivo c’è anche un uomo condannato per omicidio.

I giochi di potere nello sport sono tra i più sporchi, soprattutto perché avvengono in un mondo che si ammanta di – appunto – sportività e onestà. I giochi di potere, però, rischiano di creare imbarazzi, come sta succedendo in Francia a causa delle Fiji.

Le elezioni di World Rugby del prossimo 12 maggio, infatti, vedono tra i candidati in lizza per un posto nel Comitato Esecutivo (7 eletti su 8 candidati) il figiano Ratu Vilikesa Bulewa Francis Kean. Ebbene, come riporta il sito d’informazione neozelandese Stuff, Francis Kean non solo è il cognato del Primo Ministro figiano Frank Bainimarama (andato al potere con un colpo di Stato, ndr.), ma nel 2006 è stato condannato per omicidio.

L’uomo, infatti, durante un matrimonio (ai tempi era comandante dell’esercito) aggredì un invitato, colpendolo più volte con calci e pugni fino a ucciderlo. Per questo omicidio venne condannato a soli tre mesi di carcere e ora è non solo presidente della Federazione figiana, ma pure in lizza per un posto in World Rugby.

Una scelta che, come dicevo nel titolo, imbarazza la Francia. Sì, perché ad appoggiare la candidatura di Kean c’è Bernard Laporte, candidato alla vicepresidenza di World Rugby e che con questa scelta ha avuto a sua volta l’appoggio delle Fiji nella sua corsa al potere.

SOSTIENI R1823 CON UNA DONAZIONE

R1823 è da sempre gratuito, basandosi sulla raccolta pubblicitaria che, però, è sempre più difficile, soprattutto in questo periodo storico dove il rischio che molte realtà editoriali chiudano è reale.
Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il lavoro di R1823 sostenendo questo blog. Puoi lasciare una piccola donazione su Paypal (dona).

3 commenti su “World Rugby: le Fiji e quel candidato che imbarazza la Francia

Rispondi