6 Nazioni: un torneo in 10 giornate l’anno prossimo?

Dovessero saltare i test match autunnali si discute di un possibile torneo “andata e ritorno” da disputare tra l’autunno 2020 e marzo 2021.

E se il Guinness Sei Nazioni 2021 durasse cinque mesi? L’idea arriva dall’Inghilterra e ragiona sull’ipotesi, non impossibile, che anche i test match programmati a novembre saltino. Le nazioni dell’Emisfero Sud, infatti, vorrebbero recuperare il Super Rugby e, presumibilmente, la Rugby Championship in autunno, evidendo dunque il tour in Europa.

Cosa fare, a quel punto? L’idea è quella di allungare in via eccezionale il Sei Nazioni 2021, facendolo passare da 5 a 10 giornate – cioè con partite di andata e ritorno – e da disputare tra l’autunno 2020 e il suo periodo naturale, cioè febbraio/marzo 2021. Cinque turni tra ottobre e novembre e altrettanti tra febbraio e marzo.

Insomma, un “doppio” Sei Nazioni per ovviare a quello interrotto quest’anno, coprire il buco economico che si formerebbe cancellando i test match di novembre e dando al Torneo continentale dell’anno prossimo un’aura nuova, prolungata. Succederà?

SOSTIENI R1823 CON UNA DONAZIONE

R1823 è da sempre gratuito, basandosi sulla raccolta pubblicitaria che, però, è sempre più difficile, soprattutto in questo periodo storico dove il rischio che molte realtà editoriali chiudano è reale.
Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il lavoro di R1823 sostenendo questo blog. Puoi lasciare una piccola donazione su Paypal (dona).

Rispondi