Italrugby: Allan “Con Smith un gioco che mi diverte”

Il mediano d’apertura della Benetton Treviso racconta questo difficile periodo, ma anche l’eterno problema dei numeri 10 in Italia e il cambio di marcia in nazionale.

Il mediano d’apertura dell’Italrugby e della Benetton Treviso Tommaso Allan ha racconta in un’intervista esclusiva a OA Sport come sta vivendo questo periodo di stop dello sport a causa del Coronavirus. Dallo stupore per la tanta gente ancora in giro, all’ottimismo dei numeri, arrivando a parlare della stagione dei biancoverdi e del futuro con Franco Smith in nazionale.

Tommy, prima domanda banale. Come stai e come è la tua giornata tipo in questo difficile periodo?

“Bene, dai. Un pochino annoiati, ma è normale dopo un mese di isolamento. Non è facile, qualcosa fai, ma non è facile passare il tempo. Per fortuna abbiamo un piccolo giardino, il cane quindi, dai, la passiamo”.

Come vivi questa situazione e la paura del contagio?

“Io la vivo abbastanza tranquillamente, anche se la cosa che mi preoccupa è la gente in giro, che forse sottovaluta la situazione. Io so che è pericoloso e sto attento, anche se sinceramente non ho paura per me stesso; Ma è strano vedere gente in giro come se niente fosse. Questo fa un po’ paura. Però dai, coi numeri che scendono in questi giorni direi che va meglio”.

Da atleta professionista come stai vivendo questo momento proprio da un punto di vista di preparazione fisica e allenamento? Come ci si allena senza avere “un obiettivo” davanti a sé?

“Ci sono tanti punti di domanda, effettivamente, su quando si tornerà ad allenarsi o a giocare. Devi pensare più ai tuoi obiettivi individuali, che di squadra. Ti dai qualche obiettivo ogni giorno, ogni settimana, che sia fare una corsa, allenarsi, ma anche le cose comuni che si fanno in casa per motivarti ad alzarti. Però non è facile, sicuramente se ti dai dei piccoli obiettivi quotidiani aiuta”.

Continua a leggere l’intervista completa su OA Sport.

Foto – Benetton Treviso

SOSTIENI R1823 CON UNA DONAZIONE

R1823 è da sempre gratuito, basandosi sulla raccolta pubblicitaria che, però, è sempre più difficile, soprattutto in questo periodo storico. Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il lavoro di R1823 sostenendo questo blog. Puoi lasciare una piccola donazione su Paypal (dona).

Un commento su “Italrugby: Allan “Con Smith un gioco che mi diverte”

  1. Giocatore di medio livello che non ha MAI fatto la differenza. Anche se io credo che dato il suo background si sia un pò appiattito al livello che si gioca da noi. A parte quella meta individuale a Twickenham, non si segnalano altri suoi exploit. Canna tutta la vita x me…

Rispondi