Rugby Italia: aiuti ai club, la Fir resta sul vago

Il consiglio federale di ieri annuncia linee guida, ma su come superare concretamente la crisi Covid-19 ancora nulla di certo.

Il Consiglio Federale della FIR, tornato a riunirsi in video-conferenza venerdì 3 aprile, ha esaminato i dati relativi al Bilancio Preventivo 2020 e ha fissato nella giornata di giovedì 9 aprile  l’approvazione del documento di programmazione, che consentirà l’avvio di provvedimenti esecutivi a supporto del movimento. 

In vista di tali provvedimenti il Consiglio esprime la volontà di effettuare un percorso di revisione strategica complessiva dell’azione federale, che si ispirerà ai seguenti principi:

1. Sostenere la promozione e il valore sociale del rugby
2. Supportare la formazione dei Club e le capacità di azione del rugby nelle comunità
3. Riqualificare il valore dello sport amatoriale domestico, rinforzando al contempo con decisione le capacità competitive dell’alto livello italiano 

Tali orientamenti saranno tradotti in concreto tenendo presenti le dimensioni temporali della pianificazione e la sostenibilità complessiva degli interventi. 

Intanto, per far fronte alle numerose domande di natura sportiva, fiscale, amministrativa e logistica dei Club affiliati, la Federazione attiverà lunedì una sezione speciale del sito istituzionale.

SOSTIENI R1823 CON UNA DONAZIONE

R1823 è da sempre gratuito, basandosi sulla raccolta pubblicitaria che, però, è sempre più difficile, soprattutto in questo periodo storico. Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il lavoro di R1823 sostenendo questo blog. Puoi lasciare una piccola donazione su Paypal (dona).

Rispondi