Top 12: si gioca, ma a porte chiuse

Ieri a Bologna la Fir e i club hanno deciso di riprendere il massimo campionato italiano. Senza pubblico nelle regioni a rischio.

Torna il Top 12, ma in quasi tutti gli stadi lo farà senza pubblico. Ieri a Bologna c’è stata una riunione tra la Fir e i dirigenti dei club del massimo campionato italiano e – anche se manca una comunicazione ufficiale – dalla riunione è trapelato che si tornerà in campo questo weekend.

Si giocherà, però, a porte chiuse nelle regioni più colpite dal Coronavirus, mentre (salvo nuove disposizioni da parte del governo) le sfide nelle altre regioni saranno aperte al pubblico. A porte chiuse, dunque, domenica San Donà-Calvisano, Rovigo-Colorno, Viadana-Mogliano e Lyons Piacenza-Petrarca Padova; mentre a oggi a porte aperte saranno Lazio-Fiamme Oro e I Medicei Firenze-Valorugby.

Un commento su “Top 12: si gioca, ma a porte chiuse

Rispondi