Pro 14: Zebre, la formazione per il Munster

Michael Bradley ha annunciato il XV che scenderà in campo domani a Legnano contro gli irlandesi.

A distanza di quasi un anno dal loro ultimo incontro (in scena il 23 marzo 2019 al Thomond Park di Limerick), Zebre e Munster torneranno ad affrontarsi in campionato celtico. La partita segnerà il 15° scontro ufficiale tra le due squadre, rispettivamente collocate nel Girone A e B del torneo a quota 14 e 35 punti.

Benché reduci da una sconfitta in casa dei Glasgow Warriors, i giocatori della franchigia federale hanno perso solamente una delle ultime quattro gare interne in tutte le competizioni. Gli Irlandesi di contro provengono dalla loro più ampia vittoria di sempre in Guinness PRO14 (68-3 contro i Southern Kings a Cork) e sono saldamente proiettati verso la fase finale del torneo, già raggiunta nella passata stagione conclusasi in seminale alla RDS Arena contro i campioni in carica del Leinster.

Venerdì sera Boni e compagni proveranno a centrare il loro primo successo contro la formazione allenata dal Sudafricano Johann van Graan. Per farlo coach Bradley ha optato per due cambi nel XV scelto per affrontare la Red Army allo stadio Mari di Legnano, impianto destinato a diventare la 46° sede differente di una gara internazionale di campionato celtico.

Ristabilitosi dal lungo infortunio che lo tratteneva ai box dal 2° turno del torneo, Francois Brummer in settimana è tornato ad allenarsi a pieno regime alla Cittadella del Rugby di Parma, centro federale d’eccellenza in gestione alla Federazione Italiana Rugby. L’apertura sudafricana indosserà per l’occasione la maglia n° 10 al posto del regista ferrarese Michelangelo Biondelli, uscito dolorante venerdì scorso a Glasgow.

Il secondo cambio riguarda il pack degli avanti dove il terza linea Jimmy Tuivaiti partirà dal 1’ con la maglia n° 7. Il flanker originario di Auckland è l’unico atleta della franchigia federale rilasciato dallo staff tecnico della Nazionale per la sfida del Milano Rugby Week. Le altre 11 Zebre Azzurre convocate per il 3° turno del Sei Nazioni si trovano infatti ancora a Roma, impegnate nella preparazione del match contro la Scozia, in programma sabato 22 febbraio alle 15:15 allo Stadio Olimpico di Roma.

Novità anche in panchina con quattro atleti del Rugby Calvisano e uno delle Fiamme Oro Rugby chiamati per la gara col Munster. Quest’ultimo è il permit player Matteo Nocera, pilone classe 1999, originario di Carpi ed ex Azzurrino, già esordito con le Zebre e in Guinness PRO14 il 2 marzo 2019 al Lanfranchi contro i Glasgow Warriors.

Dalle file dei Calvini provengono invece il mediano di mischia aquilano Nicolò Casilio, il pilone mantovano Riccardo Brugnara (anch’essi già in campo con la maglia multicolor in qualità di permit players) e i due giocatori invitati Matteo Luccardi e Paolo Pescetto, vicini alla loro prima apparizione ufficiale con la franchigia federale, oltre che in nel torneo.

Nato a Piacenza il 21 gennaio 1998, Matteo Luccardi è cresciuto nelle giovanili del Rugby Colorno, esordendo quindi in Serie A con l’Accademia Nazionale “Ivan Francescato”. A partire dal 2017 il tallonatore emiliano è quindi passato al club bresciano con cui ha debuttato nel massimo campionato italiano e in European Rugby Challenge Cup. Già convocato nelle selezioni U17 e U18 della Nazionale, il giovane n° 2 ha anche preso parte nel 2018 ad un Sei Nazioni U20 e a due mondiali di categoria nel 2017 e nel 2018.

Paolo Pescetto ha mosso i suoi primi passi nel mondo ovale col Cus Genova, club della sua città natale. Nel 2014 il regista 24enne è entrato a far parte del club di Narbona in Francia, esordendo nel 2016 nel campionato transalpino di seconda divisione PRO D2. In quello stesso anno, il trequarti ligure ha bagnato il suo esordio con l’Italia Emergenti che chiuse al quarto posto la Nations Cup all’epoca in scena in Romania. Nel 2018 Pescetto è quindi tornato a militare nel suo Paese, laureandosi campione d’Italia col Rugby Calvisano e vincendo anche il titolo di “miglior giocatore” della finale di scudetto vinta lo scorso 18 maggio col Rugby Rovigo.

Dirigerà l’incontro tra Zebre e Munster il Gallese Dan Jones, alla sua 30° apparizione in campionato celtico. Nato a Cardiff nel 1991, l’ex giocatore dell’Academy dei Cardiff Blues ha già arbitrato i giocatori della franchigia federale in cinque occasioni, tutte in Guinness PRO14. Questo venerdì il 28enne sarà coadiuvato dal connazionale Rhys Jones e dall’Italiano Manuel Bottino, mentre il TMO designato è il gallese Sean Brickell.

ZEBRE

15 Junior Laloifi. 14 Paula Balekana, 13 Jamie Elliott, 12 Tommaso Boni, 11 Pierre Bruno, 10 Francois Brummer, 9 Joshua Renton, 8 Renato Giammarioli, 7 Jimmy Tuivaiti, 6 Maxime Mbandà, 5 Ian Nagle, 4 Mick Kearney, 3 Eduardo Bello, 2 Massimo Ceciliani, 1 Daniele Rimpelli
In panchina: 16 Matteo Luccardi, 17 Riccardo Burgnara, 18 Matteo Nocera, 19 Leonard Krumov, 20 George Biagi, 21 Nicolò Casilio, 22 Pescetto Paolo, 23 Enrico Lucchin

Un commento su “Pro 14: Zebre, la formazione per il Munster

  1. Mike Haley; Calvin Nash, Sammy Arnold, Rory Scannell, Shane Daly; JJ Hanrahan, Craig Casey; James Cronin, Niall Scannell, John Ryan; Fineen Wycherley, Darren O’Shea; Arno Botha, Chris Cloete, Jack O’Sullivan.
    Kevin O’Byrne, Jeremy Loughman, Stephen Archer, Gavin Coombes, Tommy O’Donnell, Neil Cronin, Dan Goggin, Darren Sweetnam.

Rispondi