Top 12: Rovigo scappa via, Petrarca si avvicina alla zona playoff

La Femi-CZ Rovigo mantiene inviolato il terreno di gioco del “Battaglini” e, con un netto 50-19 sui Sitav Lyons Piacenza, si conferma al vertice della graduatoria del Peroni TOP12.

I Bersaglieri rossoblù di coach Casellato sbrigano la pratica nella prima mezzora, con quattro mete che consegnano loro il punto bonus. La squadra di Gonzalo Garcia lotta e non rinuncia a giocare, ma la squadra di casa sfrutta le proprie qualità individuali e collettive per tenere a distanza gli ospiti, che riescono in avvio di ripresa a ricucire sino al 29-19 prima che tre mete nell’ultimo quarto di gara – due delle quali a tempo quasi scaduto – scavino un ampio divario tra le due squadre.

Alle spalle di Ferro e compagni, ma a sette lunghezze di distanza, si ricompone il terzetto Valorugby-Fiamme Oro-Kawasaki Robot Calvisano: il ricongiungimento è figlio della sconfitta esterna degli emiliani, fermati per 21-17 allo “Zaffanella” dall’IM Exchange Viadana che riesce a mettere un margine confortante con le zone basse della classifica.

Vittoria ma niente punto bonus a San Donà per le Fiamme Oro, che vincono 7-20 mentre i Campioni d’Italia in carica del Calvisano portano a casa una vittoria non scontata in casa della matricola Colorno, con Jacopo Sarto e compagni che riescono a realizzare un punto bonus preziosissimo nella lotta per la salvezza.

Appena fuori dalla zona play-off, ma con azioni in crescita, l’Argos Petrarca Padova che a Firenze in casa dei Toscana Aeroporti I Medicei è protagonista di una incredibile rimonta nell’ultimo quarto di gara. Sotto per 24-12 all’intervallo, i tuttineri concedono anche un drop ai fiorentini in avvio di ripresa per poi salire in cattedra e realizzare tre mete tra il cinquantottesimo e il settantaquattresimo: finisce 27-32 e la squadra di Marcato si mantiene in piena corsa per i play-off.

La Lazio, in fondo a ottanta minuti al cardiopalmo, conquista vittoria e bonus sul Mogliano: a lungo in vantaggio, poi scavalcati dai veneti, gli aquilotti di Montella confermano la propria attitudine alla lotta e strappano un 23-21, con punto bonus, che non permette loro di abbandonare il fondo classifica ma li riavvicina sensibilmente a Colorno e Lyons. La battaglia per la salvezza si preannuncia serrata.

Il massimo campionato si ferma per una settimana in vista del debutto interno della Nazionale nel Guinness Sei Nazioni di sabato 22 febbraio a Roma contro la Scozia.

Si torna in campo per la tredicesima giornata nel fine-settimana del 29 febbraio-1 marzo.

Peroni TOP12 – XII giornata
(tra parentesi i punti conquistati in classifica)
FEMI-CZ Rovigo v Sitav Rugby Lyons 50-19 (5-0)
HBS Colorno v Kawasaki Robot Calvisano 24-31 (1-5)
Lafert San Donà v Fiamme Oro Rugby 7-20 (0-4)
Lazio Rugby 1927 v Mogliano Rugby 1969 23-21 (4-1)
Toscana Aeroporti I Medicei v Argos Petrarca Padova 27-32 (1-5)
IM Exchange Viadana 1970 v Valorugby Emilia 21-17 (4-1)

Classifica: FEMI-CZ Rovigo 51 punti; Valorugby Emilia, Fiamme Oro Rugby e Kawasaki Robot Calvisano 44; Argos Petrarca 42; Toscana Aeroporti I Medicei, IM Exchange Viadana e Mogliano Rugby 25; Lafert San Donà 22; HBS Colorno 16; Sitav Rugby Lyons 14; S.S. Lazio Rugby 1927 12

Un commento su “Top 12: Rovigo scappa via, Petrarca si avvicina alla zona playoff

  1. Petrarca che si è preso un bel rischio a Firenze, con dei Medicei cui la cura Presutti-Basson sta facendo bene. Se riuscissero a trovare sponsor di peso secondo me li verrebbe fuori una bella squadra, anche tirando su il livello medio del campionato (bacino e vivaio ce li hanno).
    Garbisi si sciroppa 80 minuti, e in vista della Scozia speriamo registri il piede, se non sbaglio 6 punti (almeno 4 non facilissimi, ok) lasciati che danno ai Medicei il bonus difensivo e la lotta fino all’ultimo secondo.
    Certo, la partita è finita con il cronometro al 37/38′ della ripresa. Anche il commentatore è stato preso di sorpresa

Rispondi