6 Nazioni 2020: Francia-Italia, Shaun Edwards il pericolo numero 1

Domenica gli azzurri affronteranno dei Bleus che hanno nello staff tecnico di Fabien Galthié l’arma vincente. Cioè la difesa.

Gli azzurri di Franco Smith torneranno in campo domenica alle 16.00 a Parigi contro la Francia in un’altra sfida difficilissima. Gli azzurri arrivano da 23 sconfitte consecutive nel Guinness Sei Nazioni e dal pesante 42-0 a Cardiff contro il Galles, mentre la Francia ha vinto a sorpresa contro la favorita Inghilterra, chiudendo il match 24-17, ma trovandosi avanti anche per 24-0 dopo quasi un’ora di gioco.

Francia spettacolare palla in mano, con Antoine Dupont e Romain Ntamack a gestire gli attacchi dei Bleus in maniera perfetta. Ma contro l’Inghilterra la differenza l’ha fatta soprattutto la difesa. I numeri sono chiari. 207 placcaggi effettuati, il 93,24% di placcaggi riusciti, ben 21 placcaggi “dominanti” con cinque palle rubate dopo un tackle. Altri quattro palloni rubati nei breakdown, dove i Bleus hanno vinto la sfida con l’Inghilterra. Insomma, se la Francia ha ritrovato il suo stile spumeggiante ma concreto palla in mano, è senza l’ovale che i Bleus hanno fatto la differenza. Continua a leggere su OA Sport.

Un commento su “6 Nazioni 2020: Francia-Italia, Shaun Edwards il pericolo numero 1

  1. beh un poco come noi:
    coach NZ : nei sogni e ripieghiamo su Smith (con tutto il rispetto per Smith che io stimo tantissimo)
    Un tecnico favoloso della difesa (ancora da nascere).
    staff generalmente scadente rispetto ai nostri avversari!
    Non è un caso e c’è una ragione se siamo in queste condizioni

Rispondi