6 Nazioni 2020: Irlanda-Scozia, dimenticare il Giappone

Appuntamento questo pomeriggio, con fischio d’inizio alle 17.45, per la sfida tra due squadre deluse agli ultimi Mondiali.

Oggi, alle 17.45, a Dublino si sfideranno l’Irlanda di Andy Farrell e la Scozia di Greg Townsend. In campo due delle deluse dell’ultima Coppa del Mondo, con l’Irlanda che puntava in alto che si è fermata ai quarti di finale, mentre l’avventura scozzese si è fermata ancora prima, con i ko proprio contro Irlanda e Giappone a rendere i Mondiali un flop.

L’Irlanda arriva al Guinness Sei Nazioni come probabile prima avversaria dell’Inghilterra al titolo. Farrell punta sull’ossatura del Leinster per cambiare velocemente marcia. Di contro, la Scozia non ha cambiato tecnico, ma Greg Townsend deve ritrovare le redini di un paio di anni fa, quando i britannici sembravano in forte crescita, chiedendo ai suoi soprattutto di ritrovare quella concretezza non vista in Giappone.

IRLANDA – SCOZIA

Sabato 1 febbraio, ore 17.45 – Aviva Stadium, Dublino
Irlanda: 15 Jordan Larmour, 14 Andrew Conway, 13 Garry Ringrose, 12 Bundee Aki, 11 Jacob Stockdale, 10 Jonathan Sexton, 9 Conor Murray, 8 Caelan Doris, 7 Josh van der Flier, 6 CJ Stander, 5 James Ryan, 4 Iain Henderson, 3 Tadhg Furlong, 2 Rob Herring, 1 Cian Healy
In panchina: 16 Ronan Kelleher, 17 Dave Kilcoyne, 18 Andrew Porter, 19 Devin Toner, 20 Peter O’Mahony, 21 John Cooney, 22 Ross Byrne, 23 Robbie Henshaw
Scozia: 15 Stuart Hogg, 14 Sean Maitland, 13 Huw Jones, 12 Sam Johnson, 11 Blair Kinghorn, 10 Adam Hastings, 9 Ali Price, 8 Nick Haining, 7 Hamish Watson, 6 Jamie Ritchie, 5 Jonny Gray, 4 Scott Cummings, 3 Zander Fagerson, 2 Fraser Brown, 1 Rory Sutherland
In panchina: 16 Stuart McInally, 17 Allan Dell, 18 Simon Berghan, 19 Ben Toolis, 20 Cornell du Preez, 21 George Horne, 22 Rory Hutchinson, 23 Chris Harris
Arbitro: Mathieu Raynal

Rispondi