6 Nazioni 2020: Francia, la rivoluzione dalle 1000 incognite

I Bleus hanno una squadra rinnovata, tantissimi esordienti, un ct nuovo. Saranno la sorpresa del Torneo? O l’obiettivo vero è tra quattro anni?

Inizia questo fine settimana il Guinness Sei Nazioni 2020 e la Francia arriva all’appuntamento ospitando subito i favoriti al titolo, l’Inghilterra. E per i Bleus e il loro neo allenatore Fabien Galthié è subito una prova del fuoco che dirà quali siano realmente le aspettative da riporre in questa squadra. Una Francia nuova, ma soprattutto una Francia che negli ultimi anni è rimasta un’eterna incompiuta. Sarà riuscito, in pochi mesi, a fare la differenza Galthié?

Attenzione, però, perché l’obiettivo per i Bleus non è certo il Sei Nazioni 2020. La scelta della FFR di affidare la squadra al nuovo tecnico e le prime convocazioni hanno un chiaro indirizzo ed è il 2023, cioè quando i Mondiali di rugby si giocheranno proprio in Francia. Continua a leggere su OA Sport.

Rispondi