Challenge Cup: Zebre, la formazione per i Bears

Michael Bradley ha annunciato la formazione che sfiderà Bristol nell’ultimo turno della coppa europea.

Dopo aver raccolto due successi pieni nelle ultime partite contro Cheetahs e Stade Français, le Zebre sono a caccia della loro terza vittoria consecutiva prima della sosta di tre settimane in vista dell’inizio del Guinness Sei Nazioni 2020. L’occasione può presentarsi sabato 18 gennaio, data in cui lo Stadio Lanfranchi di Parma ospiterà alle 15:00 gli Inglesi Bristol Bears, reduci anch’essi da un successo con punto di bonus ottenuto in casa sui Francesi del Brive.

Le due squadre torneranno a sfidarsi a distanza di 63 giorni dal loro ultimo incontro, vinto a Bristol dalla formazione inglese lo scorso 16 novembre nel match inaugurale di quest’edizione di coppa. La partita di sabato sarà invece il quarto scontro di sempre tra le due compagini, già affrontatesi in due occasioni nel corso della stagione 2018/19 ed entrambe vincitrici della rispettiva gara casalinga.

Per il secondo anno consecutivo Zebre e Bristol Bears si sono pertanto ritrovate nel Girone 4 della competizione e ad oggi occupano rispettivamente il 2° e il 1° posto nella classifica della “Pool” a quota 11 e 24 punti. Benché già qualificatasi ai quarti di finale del torneo, il XV allenato dal Neozelandese Pat Lam cercherà comunque di totalizzare quanti più punti possibile a Parma per passare la fase a gironi in qualità di testa di serie ed assicurarsi il prossimo match contro la terza miglior seconda ammessa alle fasi finali della Challenge Cup.

La franchigia federale dovrà di contro superare (meglio se con 5 punti) la squadra britannica e confidare in una sconfitta dell’Edinburgh Rugby, dei Worcester Warriors e di Pau, attualmente seconde nelle proprie “Pool a 16, 15 e 15 punti, ma anche in un passo falso commesso dagli Scarlets, dai Dragons e dai Cardiff Blues, tutte e tre sopra alle Zebre in termini di punti totalizzati nella classifica generale.

L’accesso ai quarti di finale del torneo rappresenta un traguardo mai raggiunto dalla formazione con sede a Parma che in vista dell’incontro di sabato ritroverà il terza linea Renato Giammarioli. Il 4 volte Azzurro originario di Marino nel Lazio ha infatti finito di scontare la squalifica di sei settimane, inferta dal comitato disciplinare del Guinness PRO14 in seguito all’episodio del morso dato ad un giocatore dei Dragons nel corso della 7° giornata di campionato celtico in scena a Newport.

A conclusione dell’allenamento di rifinitura odierno, lo staff tecnico presieduto dall’Irlandese Michael Bradley ha ufficializzato le sue scelte per la sfida casalinga contro il XV d’Oltremanica, attualmente quinto nella Premiership dopo otto fine settimana di gioco nel massimo campionato inglese.

Rispetto alla formazione schierata sei giorni fa a Parigi, è un XV rivoluzionato in blocco quello che scenderà in campo sabato a Parma, con dodici Azzurri pronti a partire dal 1’.

Tra i protagonisti della storica vittoria al Jean Bouin contro Stade Français trovano nuovamente spazio in lista gara Eduardo Bello, Mick Kearney, Joshua Renton, Edoardo Padovani, George Biagi ed Oliviero Fabiani, tutti e cinque pronti a subentrare a gara in corso, con quest’ultimi due in procinto di salire al secondo posto della classifica di presenze con le Zebre.

Nel caso dovessero entrare dalla panchina, il tallonatore romano e il seconda linea originario di Irvine in Scozia raggiungeranno infatti quota 117 apparizioni con la franchigia federale, una in più rispetto al pilone di Montebelluna Andrea De Marchi, il quale concluse nel 2018 la sua attività con il club con sede a Parma dopo 116 gare ufficiali con la maglia zebrata.

ZEBRE

15 Junior Laloifi, 14 Paula Balekana, 13 Giulio Bisegni, 12 Tommaso Boni, 11 Mattia Bellini, 10 Carlo Canna, 9 Marcello Violi, 8 Jimmy Tuivaiti, 7 Johan Meyer, 6 Giovanni Licata, 5 Ian Nagle, 4 David Sisi, 3 Giosué Zilocchi, 2 Luca Bigi, 1 Andrea Lovotti
In panchina: 16 Oliviero Fabiani, 17 Danilo Fischetti, 18 Eduardo Bello, 19 Mick Kearney, 20 Renato Giammarioli, 21 Joshua Renton, 22 Edoardo Padovani, 23 George Biagi

Un commento su “Challenge Cup: Zebre, la formazione per i Bears

  1. C’è una remotissssssima possibilità di passaggio del turno (ma sinceramente se Scarlets, Pau e Worcester potrebbero anche non vincere, la vedo dura che succeda anche a Edimburgo, Dragons – contro Enisei – e Cardiff – contro Calvisano), quindi Bradley schiera una signora formazione. Primi 5 uomini forse i migliori che ha, e gran bei ricambi in panchina, specie a pilone e 2/3 linea.
    Sarebbe comunque una bella cosa replicare la vittoria dell’anno scorso. Sperano di non ritrovare i Bears anche l’anno prossimo, anche se a Parma sembrano abbondati agli inglesi forti (prima erano 2 anni di Gloucester di fila).

Rispondi