Italrugby: Smith “Mettere gli azzurri in condizione di dare il massimo”

Si è tenuto ieri il primo mini-raduno dell’Italia del rugby in vista del 6 Nazioni 2020.

Si è concluso nel pomeriggio di ieri a Calvisano il primo raduno del 2020 della Nazionale Italiana Rugby sotto la guida di Franco Smith. In una giornata fredda e soleggiata, gli azzurri hanno iniziato i lavori in mattinata con una riunione video dove l’allenatore sudafricano ha avuto modo di discutere – insieme allo staff tecnico e ai giocatori – delle strategie e alcuni schemi, iniziando l’avvicinamento al debutto nel Guinness Sei Nazioni 2020.

Nel pomeriggio gli azzurri hanno svolto una leggera seduta di allenamento sul campo volta ad avere un primo punto di contatto diretto con le indicazioni dello staff tecnico. Al raduno odierno, non inserito nelle finestre internazionali di World Rugby cui hanno preso parte i giocatori militanti in Italia, unico assente la seconda linea del Benetton Rugby Niccolò Cannone, influenzato.

“E’ importante avere un primo momento di confronto in vista dell’inizio del Sei Nazioni. Ho visto un gruppo molto attento e interessato.  Il lavoro che svolgeremo in sinergia con tutti i componenti dello staff, ognuno secondo le proprie competenze, in futuro metterà i giocatori nella condizione di rendere sempre al meglio” ha dichiarato Franco Smith.

L’Italrugby si radunerà nuovamente a Roma domenica 19 gennaio per proseguire la preparazione all’esordio al Guinness Sei Nazioni 2020 in programma sabato 1 febbraio al Principality Stadium di Cardiff alle 15.15.

Rispondi