Accademia 7s: La polizia risponde alle accuse

Nelle scorse settimane il presidente Gavazzi ha fatto delle dichiarazioni riguardo al rugby olimpico. E le Fiamme Oro smentiscono.

In merito alle notizie sulla vicenda riguardante il coinvolgimento delle Fiamme Oro in un programma relativo allo sviluppo di un’Accademia di Rugby 7s, diramate da organi di stampa e blog di settore – qui le parole di Alfredo Gavazzi due mesi fa da cui sono nate tutte le seguenti speculazioni, ndr. -, la dirigenza delle Fiamme Oro Rugby precisa quanto segue:

allo stato attuale, non risulta in essere alcun progetto che coinvolga o che abbia in passato coinvolto direttamente le Fiamme Oro Rugby, in un programma relativo all’istituzione di un’Accademia di rugby 7s con il coinvolgimento della Federazione Italiana Rugby;

tra Fiamme Oro Rugby e Federazione Italiana Rugby ci sono stati contatti in passato relativi al suddetto progetto, ma che non hanno mai dato origine ad accordi organici riguardanti l’istituzione di un’Accademia di rugby 7s in partnership con FIR;

tutte le voci raccolte da organi di stampa, non certamente provenienti dalla Società Fiamme Oro Rugby, relative alla mancanza di volontà da parte di questa Società nella realizzazione di un’Accademia di Rugby 7s sono da ritenersi prive di fondamento.

Le Fiamme Oro Rugby intendono chiudere definitivamente la vicenda riguardante l’istituzione dell’Accademia 7s presso una propria struttura, sottolineando ancora una volta che quanto detto e scritto finora in merito a questo argomento non sia rispondente a verità. Le Fiamme Oro Rugby, in qualità di Società da sempre al servizio del movimento rugbistico nazionale e in prima linea da sempre nello sviluppo di questo sport in ogni suo settore, si dichiarano, senza ombra di dubbio, disponibili all’implementazione di progetti in futuro, purché realmente concreti e frutto di accordi reali con le controparti.

7 commenti su “Accademia 7s: La polizia risponde alle accuse

  1. Se ci fosse la coppa del mondo della supercazzola altro che migliore delle terze, non ce ne sarebbe per nessuno.
    Con tristezza ….

Rispondi