Challenge Cup: le Zebre traslocano a Calvisano (per una partita)

Le forti piogge delle ultime settimane hanno reso il Lanfranchi impraticabile e la sfida con Brive si giocherà nel bresciano.

Sabato 7 dicembre 2019 sarà il Pata Stadium di Calvisano a ospitare il 3° turno del girone 4 della coppa europea Challenge Cup tra le Zebre ed e francesi del CA Brive.

La decisione si è resa necessaria data l’impraticabilità del campo dello Stadio Lanfranchi di Parma a causa delle eccezionali precipitazioni delle ultime settimane abbattutasi su tutto il Nord Italia. Nonostante tutti gli sforzi messi in campo da parte dello staff di manutentori, il manto erboso dell’impianto in gestione alla Federazione Italiana Rugby non era nelle condizioni ottimali per garantire il miglior svolgimento di una partita di rugby internazionale, oltre che l’incolumità stessa degli atleti.

L’impianto della città bresciana è stato designato come campo di riserva nell’accordo di partecipazione alla competizione europea della stagione 2019/20. I giocatori della franchigia federale sfideranno pertanto i rivali transalpini nello stadio che ospita le sfide interne del Rugby Calvisano nel massimo campionato italiano Top12 e nella Challenge Cup. I bresciani campioni d’Italia sono infatti inseriti nel girone 1 della coppa europea.

L’impianto dei gialloneri potrà accogliere nuovamente la franchigia federale di base a Parma in virtù proprio della trasferta di questo sabato dei Calvini. Il XV di coach Brunello scenderà in campo in Inghilterra contro i Leicester Tigers nella 3° giornata della coppa.

9 commenti su “Challenge Cup: le Zebre traslocano a Calvisano (per una partita)

      1. Il tardini non te lo daranno mai.oassando in Cittadella posso dirti che per la partita in programma il campo sarà perfetto. Gavazzi risponde a Banzato con questa invenzione e se tanto mi da tanto a Padova il Pro14 lo vanno a vedere a Tv. Comunque tranquilli che 2 anni e poi si torna al Top 10 perché ne hanno le scatole piene lassù…..

      1. ma sei serio? quello iì ha deciso che il campo di riserva delle zebre, in attesa diventare il campo principale, è il suo e tu vieni a fare lo spiritoso? seguono faccine sghignazzanti

  1. Non sono spiritoso sei tu che sei ignorante sui regolamenti. Ci sono 3 campi in Italia omologati per le coppe europee. Non perché altri campi non siano idonei, ma perché semplicemente nessuno aveva interesse ad omologati. L’omologazione tra le tasse di epcr e sistemare le prescrizioni costa. Quando ti iscrivi ad un campionato devi indicare il campo di riserva, ti sembra una cosa sana di mente spendere dei soldi per omologare un campo che al 99% dei casi non userai?

Rispondi