Champions Cup: Risultati e classifiche

Si sono disputati i match della seconda giornata della Coppa Europa di rugby. Ecco come è andata.

Iniziano già a delinearsi le corse playoff in Europa e dopo due giornate di Champions Cup a sorridere sono soprattutto irlandesi e francesi. Dopo 180 minuti, infatti, a guidare i vari gironi ci sono Leinster, Northamptons, Exeter, Ulster, Racing, Munster e Tolosa, con la sfida di Limerick tra Munster e Racing che ha visto un pareggio che fa rientrare in corsa i Saracens, vincenti contro gli Ospreys.

CHAMPIONS CUP – SECONDA GIORNATA

Ulster – Clermont 18-13
Saracens – Ospreys 44-3
Treviso – Northampton 32-35
Tolosa – Connacht 32-17
Lione – Leinster 6-13
Exeter – Glasgow 34-18
Munster – Racing 21-21
Harlequins – Bath 15-9
Sale – La Rochelle 25-15
Montpellier – Gloucester 30-27

CHAMPIONS CUP – CLASSIFICHE

Pool 1: Leinster, Northampton 9; Treviso 2; Lione 1
Pool 2: Exeter 10; Sale 5; Glasgow 4; La Rochelle 0
Pool 3: Ulster 8; Clermont 6; Harlequins 4; Bath 2
Pool 4: Racing, Munster 7; Saracens 5; Ospreys 0
Pool 5: Tolosa 9; Montpellier 5; Connacht 4; Gloucester 2

This poll is no longer accepting votes

Vota il Buttiga Player of the Year 2019
7727 votes
VotaRisultati

2 commenti su “Champions Cup: Risultati e classifiche

  1. Importantissima vittoria contro un avversario sulla carta favorito e superior. Il lavoro di McFarland continua molto bene, l’anno scorso l’Ulster mostrava una bella tigna questa stagione oltre a questo si vede anche un bel gioco. La mischia ordinate continua a soffrire particolarmente a sinistra dove l’infortunio di McGrath non aiuta ma per il resto la squadra c’e’ sia sl piano mentale che del gioco. Cooney in forma stratosferica continua a regalare gran gioco, cresce Burns mentre dietro Addison e’ sempre piu’ padrone del ruolo e convincente.

    Leinster: vittoria della difesa e dell’esperienza. Difendiamo tanto e bene ma contro una squadra che mi ha lasciato alquanto deluso. Se il Lyon e’ primo in Francia allora il Top 14 non se la passa proprio bene! Gran pack, fisico senza dubbio quello dei francesi ma piu’ che andare dritto per dritto a far sportellate non fanno, ed I supporti per pulire I bd son spesso in ritardo. Alla lunga per la difesa del Leinster diventa anche abbastanza facile arginare il gioco dei francesi. Detto questo un Leinster come contro Treviso che vince ma non fa impazzire, Furlong sembra ancora un po’ fuori fase mentre dietro non credo ci fosse grande intenzione di provare a giocare ma contro I Saints a dicembre nel back-to-back serviranno ben altre prestazioni. Ryan, Fardy, Deegan e VdF sugli scudi comunque.

    Munster: devono mettere a psoto quella benedetta difesa, al momento vengon bucati veramente troppo facilmente, ed anche in mischia ordinate sono in difficolta’. In attacco le idee di Larkham e la squadra riesce a giocare bene quando trova un po’ di ritmo. Haley e Hanrahan sembrano essere quelli che giovano di piu’ dal nuovo corso dell’Australiano in attacco, ma per l’apertura c’e’ il rovescio della medaglia della difesa veramente leggera ad essere generosi. Drop mancato nel finale da JJ che potrebbe pesare un sacco alla fine, ma per come si era messa per il Munster pareggiarla e’ stato anche un buon risultato. Murray continua nelle sue prestazioni incolori, dal rientro all’infortunio al collo non e’ stato lui, ormai son mesi che si dice e sarebbe il caso di iniziare a guardare a Casey e McCarthy con piu’ continuita’ perche’ questo Murray non aiuta la squadra.

  2. Partita intensa e si poteva vincerla con un drop ma probabilmente ha più da recriminare il Racing. Noi senza set pieces e senza personalità, soprattutto senza un Conor almeno decoroso. Entra Alby, mica Smith, e cambia la partita. Con le strutture di Larkahm la condizione di Conor è di una evidenza impietosa. Ne sa qualcosa Schmidt, ma anche lui lo ha tenuto in campo sempre e comunque. Primo tempo giocato nel casino più completo, incapaci di mettere ordine nel disordine arbitrale col Racing che ovviamente ci sguazza. Touche e mischia inaffidabili certo non aiutano l’organizzazione mentale. Bene ancora una volta Haley mom, solito super Earls, POM in ripresa. Però il mom per me è Iribaren tutta la vita: lui e Classen ci hanno massacrato, Russell e Thomas, ammazzati. Il Racing fa una gran partita, bravi e si capisce poco la loro classifica in campionato. Al di là di come sia andata in campo, Munster scelte incomprensibili, e fosse la prima volta. Cloete è rotto, ma giocare contro i francesi senza nemmeno un openside nei 23 è da dementi: Botha è la copia ingrandita di CJS, ma tutta la panchina nel suo complesso era senza senso. Tra panca e campo 4 seconde linee e, senza cambio a 10, Rory in campo e Goggin in panca. Arnold è trascurato stile Jaco, e vai a capire se si scopa la moglie di JVG o si metta le dita nel naso. Due centri che la passano mai: Conway due palloni una meta e una quasi, Earls sempre sul break, Haley sempre al posto giusto ma non gliene è arrivata una. Difesa inguardabile: perennemente in mismatch proprio in mezzo, dove ovviamente ci bucano gli uomini pesanti con facilità irrisoria. Autostrade. Non abbiamo ravanato un pallone che sia uno, allora che senso ha andare a contendere nei bd se non infilarsi nel casino totale dove i francesi con questi arbitraggi vanno a nozze. Bah.Tanti fuori forma, preoccupano una mischia traballante e una touche da epistassi, e c’è la questione Murray ma i coach prendono lo stipendio anche per tenere fuori gli intoccabili. JJH sbaglia un drop da giovanili ma tutto sommato il suo in regia lo fa, però in difesa è un buco. Qualificazione probabilmente lasciata qui, peccato per un pubblico straordinario.
    Leinster, solita macchina da guerra anche quando non è brillante: grande VdF, eccellente il gioiellino Deegan, Fardy è uno da premiare con la stella al merito del lavoro.
    Ulster sugli scudi, partita di rara intelligenza oltre ad una aggressività super. Cooney, altra partita stellare: io al mondiale l’avrei portato (e fatto giocare) tutta la vita. Burns (e Johnston) si sa che li amo, Addison un altro che mi sarei portato al mondiale. La passasse ogni tanto McCloskey, finirebbero sempre o quasi col bonus offensivo.

Rispondi