Champions Cup: Treviso cede nella ripresa, sconfitta in extremis con i Saints

Si è conclusa a Monigo la sfida valevole per la seconda giornata della Coppa Europa di rugby. Ecco come è andata.

Un ottimo primo tempo, con tre mete messe a segno, poi però nella ripresa Treviso subisce mentalmente i Saints e, alla fine, cede 32-35. Una vittoria sognata dalla Benetton, avanti anche 25-8 durante il primo tempo, ma la meta allo scadere degli inglesi e un secondo tempo difficile vanificano tutto e non arriva il primo successo per i veneti in Europa. Leggi cronaca su OA Sport.

BENETTON TREVISO – NORTHAMPTON SAINTS 32-35

Sabato 23 novembre, ore 14.00 – Stadio Monigo, Treviso
Treviso: 15 Jayden Hayward, 14 Iliesa Ratuva Tavuyara, 13 Nacho Brex, 12 Tommaso Benvenuti, 11 Monty Ioane, 10 Tommy Allan, 9 Dewaldt Duvenage, 8 Toa Halafihi, 7 Braam Steyn, 6 Giovanni Pettinelli, 5 Federico Ruzza, 4 Ira Herbst, 3 Marco Riccioni, 2 Hame Faiva, 1 Federico Zani
In panchina: 16 Michele Mancini Parri, 17 Cherif Traore, 18 Tiziano Pasquali, 19 Niccolò Cannone, 20 Eli Snyman, 21 Marco Lazzaroni, 22 Tito Tebaldi, 23 Ian Keatley
Northampton: 15 Ahsee Tuala, 14 Ollie Sleightholme, 13 Matt Proctor, 12 Rory Hutchinson, 11 Tom Collins, 10 Dan Biggar, 9 Cobus Reinach, 8 Teimana Harrison, 7 Lewis Ludlam, 6 Jamie Gibson, 5 Api Ratuniyarawa, 4 Alex Moon, 3 Owen Franks, 2 Mikey Haywood, 1 Francois van Wyk
In panchina: 16 Michael van Vuuren, 17 Alex Waller, 18 Paul Hill, 19 Lewis Bean, 20 Mitch Eadie, 21 James Mitchell, 22 Fraser Dingwall, 23 George Furbank
Arbitro: Mike Adamson
Marcatori: 4′ cp. Biggar, 7′ m. Faiva tr. Allan, 9′ m. Collins, 14′ cp. Allan, 20′ m. Ratuva, 27′ m. Brex tr. Allan, 35′ cp. Allan, 40′ m. Reinach tr. Biggar, 52′ cp. Biggar, 58′ m. Sleightholme tr. Biggar, 66′ m. Collins tr. Biggar, 70′ m. Faiva tr. Allan, 80′ cp Biggar
Cartellini gialli: 24′ Biggar, 40′ Steyn

Foto – Benetton Treviso

7 commenti su “Champions Cup: Treviso cede nella ripresa, sconfitta in extremis con i Saints

  1. ma quando si è oltre il 78° a meno di dieci metri dalla H avversaria non esiste più impostare per il drop? Ma forse è un “colpo” passato di moda

  2. Purtroppo il rugby non è più sport, inteso come competizione alla pari, dove vince il migliore. Oggi l’ennesima ingiuria da parte di un signore inglese emigrato in Scozia e questo dice tutto sul QI di cui è equipaggiato.
    Per chi volesse insistere nell’affermare la buona fede, inesistente, dei signori in giallo ricordo l’episodio della quarta meta della Benetton: quale sarebbe stato l’epilogo della partita se Allan non avesse protestato a lungo con il guardalinee, che di mestiere le guarda e basta. Sarebbe andata che la chirurgica direzione dell’omino in giallo avrebbe sortito l’epilogo già deciso 5 punti ai santi e 0 ai fanti.
    Quello che mi stupisce è che nessuna delle altre partecipanti si senta defraudata da una partita nella quale anziché 3 punti a testa finisce 5 a 2,mantenendo edo in corsa una squadra che, diversamente sarebbe stata quasi fuori

  3. Con il più profondo rispetto e evidente stima chiedo: una chiosa finale che stigmatizzs l’arbitraggio sarebbe stata inopportuna ?
    “Direzione di gara discutibile” sarebbe bastato.
    Spero sia chiaro che non ti voglio insegnare il mestiere e ci mancherebbe altro, ma se tu l’avessi scritto mi sentirei, ci sentiremmo in tanti, meno isolati.
    Un placebo che a volte basta.
    Buon fine settimana

    1. @Mamo ciao , purtroppo e non mi riferisco a nessuno in particolare , la gran parte del nostro popolo è arrendevole di fronte a soprusi e ingiustizie, e così van le cose anche nel rugby…… Le stesse colpe che hanno gli arbitrie loro mandanti, le hanno chi ci dovrebbe difendere, Diregenze e Stampa inclusa……

  4. Concordo: iniziate voi che avete visibilità a sottolineare questi arbitraggi da schifo.
    Se nessuno dice niente questi si sentiranno sempre con il culo ben protetto.
    Magari non conta nulla, ma se non iniziamo TUTTI a mettere qualche piccolo granellino nell’ingranaggio, di sicuro questo continuerà a funzionare allo stesso modo.
    E, direi, che ieri non è stato il primo e unico caso….
    O no?

  5. Al netto di tutte le recriminazioni sull’arbitraggio che lasciano il tempo che trovano, x me con Duvenage in campo 80′ Treviso la portava a casa. Quindi errore di Crowley a mio avviso,

Rispondi