6 Nazioni: Italia, il coach sarà Franco Smith

Per il torneo 2020 sarà il tecnico sudafricano, sotto contratto come assistant coach, a guidare gli azzurri. Invariato lo staff rispetto all’era O’Shea.

Sarà Franco Smith a guidare l’Italia nel prossimo Sei Nazioni. La Fir ha ufficializzato poco fa la scelta di affidare all’ex tecnico della Benetton Treviso – già annunciato come assistant coach – la guida degli azzurri per il prossimo Torneo continentale. Restano Ciccio De Carli e Marius Goosen come assistenti. Dopo il Sei Nazioni si capirà se la scelta sarà definitiva, o se verrà trovato un nuovo tecnico.

This poll is no longer accepting votes

Vota il Buttiga Player of the Year 2019
7727 votes
VotaRisultati

7 commenti su “6 Nazioni: Italia, il coach sarà Franco Smith

  1. per me è già tanto se rimane lui e gli lasciano scegliere un paio di assistenti di suo gusto, invece temo che sceglieranno qualcun altro a fare l’HC e gli rifileranno un po’ di assistenti di comprovata fedeltà alla bandiera sperando che tiri fuori qualche risultato buono per far titolo.
    mentre all’arrivo di COS poteva apparire che vi fosse in piedi un progetto, questo giro mi pare veramente che si stiano mettendo le figurine a caso sull’album, giusto per completarlo

  2. Domanda Duccio: c’e’ la possibilita’ che questo interim sia dettato dal voler aspettare la risoluzione sul caso Howley?
    Se non sbaglio la decisione sul suo caso divrebbe esser presa a dicembre, se se la cacasse o ricevesse una squalifica di 6 mesi potrebbe rientrare nei giochi. Voci in tal senso ce ne sono?

  3. Tanti auguri a Smith, anche se fa male vedere ancora una volta all’opera il pressapochismo della dirigenza federale. In momenti bui servono scelte coraggiose e questi tirano a campare.

  4. Speriamo bene. DI sicuro peggio di COS non potrà fare. E’ un 6N particolare post RWC quindi speriamo davvero di portare a casa una vittoria dopo 3 6N di whitewash. E mi auguro che Parisse non giochi se non è in forma. A dire il vero il gioco di Franco col Benetton non faceva strabuzzare le pupille ma era molto pragmatico, e a parte le folate di Brendan Williams si affidava a solide fasi statiche e al contributo degli avanti, vedi Rizzo e Barbieri in grande spolvero. Quindi mi aspetto una maggiore responsabilizzazione delle nostre terze linee che sono ottime…e di portare a casa una vittoria! Perchè peggio di COS e dei suoi discorsi sul “fitness” ed altre menate non si può fare quindi daje Franco!!!

Rispondi