All Blacks: Anche Jamie Joseph si chiama fuori

Il tecnico ha firmato il prolungamento del contratto che lo terrà a capo del Giappone fino ai Mondiali 2023.

Dopo Warren Gatland, anche Jamie Joseph. Difficile immaginarlo, ma gli All Blacks si sono già presi due due di picche da due ipotetici ct di assoluto valore. Dopo l’ex tecnico del Galles, infatti, anche colui che ha portato il Giappone ai quarti di finale mondiali ha rifiutato la corte neozelandese.

La Federazione nipponica, infatti, ha annunciato nelle scorse ore il prolungamento del contratto con Joseph che, dunque, guiderà il Giappone fino ai Mondiali di Francia 2023. “Ho grandi aspettative per il rugby in Giappone e sono molto onorato di poter guidare la squadra verso la prossima Coppa del Mondo” le parole di Joseph.

Con Joseph e Gatland fuori dai giochi – assieme a Joe Schmidt e John Mitchell – in corsa per la panchina degli All Blacks restano in pole position Ian Foster, Scott Robertson e Dave Rennie. Curiosità: sulla stampa di oggi i primi due nomi sono stati affiancati a quello di Vern Cotter per la panchina azzurra.

Foto – Instagram/japan_rugby

This poll is no longer accepting votes

Vota il Buttiga Player of the Year 2019
7727 votes
VotaRisultati

Un commento su “All Blacks: Anche Jamie Joseph si chiama fuori

Rispondi