Italdonne: Laura Paganini racconta il suo esordio

Dopo il test match con il Giappone R1823 ha incontrato la mediana d’apertura, alla sua prima partita in azzurro.

Non una prestazione da incorniciare, quella della Nazionale Femminile contro le avversarie del Giappone. Partita a due facce, con l’Italia più intraprendente e vivace nel primo tempo e sofferente e spenta nella ripresa, complice un evidente calo fisico ma anche un cambio di marcia da parte della formazione nipponica. Tra le note positive va segnalato l’esordio di Laura Paganini, giovanissima apertura del Cus Milano, tra i maggiori prospetti del movimento femminile italiano.

“Poichè esordiente per me è stato tutto nuovo, da alcuni punti di vista anche difficoltoso, soprattutto nella gestione della partita”, ha dichiarato al termine della partita in esclusiva ai nostri microfoni. “Il coach mi aveva chiesto precisione, serenità e immediata reazione agli errori, senza abbattermi e mirando a correggermi subito. Le ragazze mi sono state al fianco facendomi sentire più tranquilla. C’è molto da migliorare in vista della partita con l’Inghilterra, sia circa il modo di stare in campo che sul come affrontare il match”.

“Sicuramente avremmo dovuto fare qualcosa in più, non so perché non sia successo”, afferma con riguardo al test match aquilano, “studieremo e analizzeremo gli errori per prepare al meglio la partita con l’Inghilterra. Era una squadra con tante esordienti come me, però. C’è molto da costruire”.

Foto – Marco Turchetto – RugbytoItaly.com

This poll is no longer accepting votes

Vota il Buttiga Player of the Year 2019
7727 votes
VotaRisultati

Rispondi