Mondiali 2019: finale, l’Inghilterra al microscopio

Analizziamo la formazione britannica, favorita d’obbligo in vista della sfida con il Sudafrica che varrà la Rugby World Cup in Giappone.

Si avvicina la finalissima della Rugby World Cup 2019 in Giappone e sabato mattina a Yokohama scenderanno in campo Inghilterra e Sudafrica. I pronostici della vigilia vedono il XV di Eddie Jones favorito, soprattutto dopo la netta vittoria in semifinale contro gli All Blacks. E se il tecnico australiano si è confermato l’arma in più per la squadra britannica, guardando ai giocatori è difficile trovare punti deboli.

A partire dalla prima linea, dove l’Inghilterra può schierare uno dei migliori, se non il miglior, pilone oggi in attività. Mako Vunipola è devastante, preciso in mischia chiusa e fortissimo palla in mano. Garanzie in touche vengono date da Jamie George, non fatevi ingannare dall’errore che è costato la meta con la Nuova Zelanda, ed è un altro ball carrier di assoluto livello. Se si aggiunge la possibilità di avere un pilone esperto come Joe Marler in panchina si capisce come davanti gli inglesi si possano difendere contro qualsiasi avversario.

E’ stato eletto man of the match contro gli All Blacks e la sua prestazione è stata a dir poco incredibile. Parliamo di Maro Itoje (nella foto), seconda linea di soli 25 anni, ma che è un predestinato e uno dei prodotti di Eddie Jones che lo ha fatto debuttare a 21 anni nel 6 Nazioni. Preciso in touche, è un cacciatore di palloni micidiale e un placcatore devastante, come hanno imparato sulla loro pelle i neozelandesi. E in coppia con un altro mastino come Courtney Lawes è una seconda linea fantastica. Continua a leggere su OA Sport.

Rispondi