Mondiali 2019: Ben Curry e quel permesso molto speciale

Il giocatore doveva giocare nel weekend la sfida tra i suoi Sale Sharks e Bristol. Ma non sarà in campo. Ecco perché.

Chiedere un permesso sul lavoro per motivi famigliari è un classico, anche se non sempre il tuo datore di lavoro accetta. Ma il motivo famigliare di Ben Curry è di quelli che capitano una volta nella vita ed ecco che, quindi, i Sale Sharks non hanno non potuto dirgli di sì.

Ben, infatti, è il fratello di Tom Curry, terza linea titolare dell’Inghilterra. Non solo, perché Ben e Tom sono gemelli, indivisibili. “Che cosa mi ricorderò quando avrò 60 anni? Una partita giocata contro Bristol, o vedere mio fratello giocare (e magari vincere) una finale della Rugby World Cup con me lì con lui?” ha detto il giocatore che ha posto proprio questo quesito a Steve Diamond, director of rugby di Sale. Il quale, a quel punto, non ha potuto che rispondere “parti…” e concedegli il weekend libero. Forse, convinto anche dalla campagna sui social network lanciata con l’hashtag #GetBenToJapan.

Rispondi