Mondiali 2019: Nuova Zelanda-Irlanda, All Blacks troppo forti?

Appuntamento oggi alle 12.15, con diretta su RaiSport+HD, per il secondo quarto di finale della Rugby World Cup.

La prima giornata dei quarti di finale alla Rugby World Cup in Giappone si chiuderà alle 12.15 a Tokyo, quando in campo scenderanno i bi-campioni del mondo della Nuova Zelanda e l’Irlanda.

Gli All Blacks arrivano all’appuntamento dopo aver battuto già il Sudafrica nella fase a gironi, aver liquidato senza problemi Canada e Namibia e poi permettendosi una lunga pausa visto l’annullamento del match con l’Italia a causa del tifone Hagibis. Di contro, l’Irlanda arriva all’appuntamento con più dubbi che certezze. Dopo aver battuto gli All Blacks per ben due volte negli ultimi anni, negli ultimi 12 mesi la squadra di Joe Schmidt ha vissuto una pericolosa involuzione e la sconfitta con il Giappone nella fase a gironi è più di un campanello d’allarme.

L’Irlanda ruota tutta attorna alla coppia Murray/Sexton e i due mediano dovranno girare al 100% perché la squadra di Joe Schmidt possa sperare di avere una chance contro una Nuova Zelanda che punta dritta verso le semifinali.

NUOVA ZELANDA – IRLANDA

Sabato 19 ottobre, ore 12.15 – Tokyo Stadium, Tokyo
Nuova Zelanda: 15 Beauden Barrett, 14 Sevu Reece, 13 Jack Goodhue, 12 Anton Lienert-Brown, 11 George Bridge, 10 Richie Mo’unga, 9 Aaron Smith, 8 Kieran Read, 7 Sam Cane, 6 Ardie Savea, 5 Sam Whitelock, 4 Brodie Retallick, 3 Nepo Laulala, 2 Codie Taylor, 1 Joe Moody
In panchina: 16 Dane Coles, 17 Ofa Tu’ungafasi, 18 Angus Ta’avao, 19 Scott Barrett, 20 Matt Todd, 21 TJ Perenara, 22 Sonny Bill Williams, 23 Jordie Barrett
Irlanda: 15 Rob Kearney, 14 Keith Earls, 13 Garry Ringrose, 12 Robbie Henshaw, 11 Jacob Stockdale, 10 Johnny Sexton, 9 Conor Murray, 8 CJ Stander, 7 Josh van der Flier, 6 Peter O’Mahony, 5 James Ryan, 4 Iain Henderson, 3 Tadhg Furlong, 2 Rory Best, 1 Cian Healy
In panchina: 16 Niall Scannell, 17 Dave Kilcoyne, 18 Andrew Porter, 19 Tadhg Beirne, 20 Rhys Ruddock, 21 Luke McGrath, 22 Joey Carbery, 23 Jordan Larmour

2 commenti su “Mondiali 2019: Nuova Zelanda-Irlanda, All Blacks troppo forti?

  1. Per ora l’Irlanda ci sta capendo molto poco. All Blacks non solo cinici ma anche in controllo in difesa, pochi rischi presi. Certo, alla fine del tempo quell’ingresso di POM è sicuramente irregolare, ma fa ridere come abbiano preso questo e non gli altri n che avvengono ad ogni partita. Da parte degli All Blacks inclusi.

Rispondi