Mondiali 2019: Irlanda, per Aki torneo finito

Il centro è stato squalificato per tre partite dopo il placcaggio alto che gli è costato l’espulsione nella sfida con le Samoa.

La Rugby World Cup di Bunkee Aki è finita al 29° minuto del match con le Samoa. Un placcaggio al collo che gli è costato prima un rosso diretto in campo e, ieri, la squalifica per tre partite da parte dell’organo giudicante di World Rugby.

Il centro di origine neozelandese ha fatto appello, ma difficilmente vedrà ridursi la squalifica che gli impedirà di scendere in campo contro gli All Blacks il prossimo weekend, ma lo terrà fuori anche dalle eventuali semifinale e finale se l’Irlanda dovesse continuare il torneo. Venisse, invece, eliminata, Aki sconterà la squalifica saltando i match del suo club, il Connacht.

2 commenti su “Mondiali 2019: Irlanda, per Aki torneo finito

  1. La trovo una cosa ridicola. L’iniquità di giuizio rispetto ad un identico fallo compiuto nella stessa partita da un giocatore samoano punito solamente con un giallo, e valutato grave tanto quanto il fallo di Lovotti e Quaglio…….
    La ricerca della sicurezza è fondamentale, i metodi di giudizio li trovo assolutamente contestabili.

    1. Da supporters irlandese invece penso che Nic Berry abbia gestito benissimo le situazioni nel match.
      Il fallo del Samoano avviene mentre il portatore di palla irlandese si abbassa, quindi gli viene data giustamente quella attenuante. Aki invece non ha quell’attenuante, anzi a dirla tutta il giocatore samoano sta salendo in posizione “piu’ eretta” dopo aver raccolto l’ovale e Aki lo centra. Occhio non pneso ci sia stata malizia in aki, anzi si vede che cerca di chiudere un placcaggio normale ma non abbassa la linea del placcaggio e paga quello. Aggiungo che Berry ha spiegato benissimo queste cose in campo in entrambe le occasioni, comunicandoo in maniera perfetta coi giocatori cosa e come giudicava.
      Personalmente pero’ penso che non essendoci stata malizia, e penando anche un po’ alla dinamica dell’azione 3 settimane siano trope. Bastava il rosso in partita, ed a farla grossa 1 giornata.

Rispondi