Mondiali 2019: Argentina e USA, derby senza nulla in palio

Domani alle 6.45 il mercoledì ovale partirà con la sfida tra due deluse di questa Rugby World Cup.

Il mercoledì ovale inizia all’alba, alle 6.45, quando a Kumagaya scenderanno in campo Argentina e USA. Una sfida che ha poco da dire, con le due squadre ormai impossibilitate a raggiungere la prossima fase dei Mondiali, mentre i ragazzi di Ledesma sono chiamati a vincere per evitare il rischio di una clamorosa mancata qualificazione diretta ai Mondiali 2023. I Pumas, infatti, attualmente sono terzi con 6 punti, davanti a Tonga con 1 e gli USA fermi a zero.

E se Tonga, anche vincendo l’ultima partita, resterebbero dietro agli argentini (avendo perso lo scontro diretto), virtualmente gli Stati Uniti hanno 10 punti a disposizione (dopo l’Argentina sfideranno proprio Tonga) e potrebbero superare i cugini del sud. Difficile, però, immaginare che l’Argentina cada contro degli Stati Uniti, anche se gli USA hanno dato filo da torcere alla Francia per un’ora.

ARGENTINA – USA

Mercoledì 9 ottobre, ore 6.45 – Kumagaya Rugby Stadium, Kumagaya
Argentina: 15 Joaquin Tuculet, 14 Bautista Delguy, 13 Juan Cruz Mallia, 12 Jeronimo de La Fuente, 11 Santiago Carreras, 10 Nicolas Sanchez, 9 Felipe Ezcurra, 8 Rodrigo Bruni, 7 Juan Manuel Leguizamon, 6 Pablo Matera, 5 Matias Alemanno, 4 Guido Petti, 3 Santiago Medrano, 2 Julian Montoya, 1 Nahuel Tetaz Chaparro
In panchina: 16 Agustín Creevy, 17 Mayco Vivas, 18 Enrique Pieretto, 19 Marcos Kremer, 20 Tomas Lezana, 21 Gonzalo Martin Bertranou, 22 Benjamin Urdapilleta, 23 Matías Moroni
USA: 15 Mike Te’o, 14 Blaine Scully, 13 Bryce Campbell, 12 Paul Lasike, 11 Marcel Brache, 10 AJ MacGinty, 9 Ruben de Haas, 8 Cam Dolan, 7 Hanco Germishuys, 6 Tony Lamborn, 5 Greg Peterson, 4 Nate Brakeley, 3 Titi Lamositele, 2 Joe Taufete’e, 1 Eric Fry
In panchina: 16 Dylan Fawsitt, 17 Olive Kilifi, 18 Paul Mullen, 19 Ben Landry, 20 Ben Pinkelman, 21 Nate Augspurger, 22 Will Hooley, 23 Martin Iosefo

Foto – Twitter/Rugbyworldcup

Rispondi