Mondiali 2019: follia Lovotti, così l’Italia non può nulla con gli Springboks

Si è appena concluso a Shizuoka il big match che valeva un posto nei quarti di finale iridati. Ecco come è andata.

Una partita buttata via per un momento di follia assurdo. 42 minuti giocati tatticamente benissimo, soffrendo fisicamente, perdendo due uomini per infortunio, ma senza cedere mai. Poi, quando l’Italia è in attacco con una punizione a favore, ecco che Andrea Lovotti ribalta a gioco fermo un avversario. Cartellino rosso e partita che, di fatto, finisce qui. Follia inaccettabile che rovina una partita che gli azzurri stavano giocando bene fino a quel momento.

Leggi tutta la cronaca su OA Sport.

SUDAFRICA – ITALIA 49-3

Venerdì 4 ottobre, ore 11.45 – Shizuoka Stadium Ecopa, Shizuoka
Sudafrica: 15 Willie le Roux, 14 Cheslin Kolbe, 13 Lukhanyo Am, 12 Damian de Allende, 11 Makazole Mapimpi, 10 Handre Pollard, 9 Faf de Klerk, 8 Duane Vermeulen, 7 Pieter-Steph du Toit, 6 Siya Kolisi, 5 Lood de Jager, 4 Eben Etzebeth, 3 Frans Malherbe, 2 Mbongeni Mbonambi, 1 Tendai Mtawarira
In panchina: 16 Malcolm Marx, 17 Steven Kitshoff, 18 Vincent Koch, 19 RG Snyman, 20 Franco Mostert, 21 Francois Louw, 22 Herschel Jantjies, 23 Frans Steyn
Italia: 15 Matteo Minozzi, 14 Tommaso Benvenuti, 13 Luca Morisi, 12 Jayden Hayward, 11 Michele Campagnaro, 10 Tommaso Allan, 9 Tito Tebaldi, 8 Sergio Parisse, 7 Jake Polledri, 6 Braam Steyn, 5 Dean Budd, 4 David Sisi, 3 Simone Ferrari, 2 Luca Bigi, 1 Andrea Lovotti
In panchina: 16 Federico Zani, 17 Nicola Quaglio, 18 Marco Riccioni, 19 Alessandro Zanni, 20 Federico Ruzza, 21 Sebastian Negri, 22 Callum Braley, 23 Carlo Canna
Marcatori: 6′ m. Kolbe tr. Pollard, 9′ cp. Allan, 13′ cp. Pollard, 27′ m. Mbonambi tr. Pollard, 51′ cp. Pollard, 53′ m. Kolbe, 58′ m. Am tr. Pollard, 68′ m. Mapimpi tr. Pollard, 77′ m. Snyman, 80′ m. Marx
Cartellini rossi: 43′ Lovotti

Foto – Rugby World Cup

8 commenti su “Mondiali 2019: follia Lovotti, così l’Italia non può nulla con gli Springboks

  1. Diciamo che la partita non era buttata ma eravamo ben distanti anche prima, quello ha fatto si che invece di perdere di 20-25 punti abbiamo perso di 50. Soprattutto visto che eravamo in attacco al primo vero buco profondo della partita.
    Saf che ha dominato fisicamente, in attacco e in difesa, senza nemmeno troppi sforzi. E non capisco perchè gli azzurri si ostinassero ad attaccare la linea 1vs1 facendo a sportellate. Era una tattica palesemente suicida. Sulla formazione con gli “interpreti fuori posto” no saprei che dire.
    Campagnaro deve imparare a calciare però se vuole fare l’ala, sicuramente in difesa qualcosa ha dato, ma Kolbe che se lo placca e trascina via fa capire che fisicamente non c’era proprio storia. Speriamo solo che Ferrari e Riccioni recuperino, ma specie il primo mi sembra out per un po’.

  2. Duccio ho sempre apprezzato le tue analisi (e relativi titoli che hanno peso specifico sui pezzi) ma oggi veramente indicare nella universale ca..ta di Lovotti il perché si è perso mi pare lo sfogo da tifoso al bar sport e non ti si addice. Contro il SA non potevamo nulla sin da quando gli Azzurri si preparavano a Pergine e QUALCOS continuava a fare il piazzista per poter vendere il suo lavoro. Contro il SA siamo lontani anni luce e ci allontaniamo ancor di più se si continua a mettere in campo i giocatori sbagliati nei ruoli sbagliati. Braley è migliore di Tebaldi…sicuramente MA Tebaldi da COS è considerato il titolare, Ghira che stimo e voglio bene doveva recuperare a casa…magari alla Ghirada e in Giappone doveva andarci un avanti da poter utilizzare (lazzaroni?!?). Parisse? L’attuale (diciamo attuale) Parisse si commenta da solo. O’Shea, dopo gli All Blacks, dovrebbe dare le dimissioni e il Presidente chiudere con Franco Smith da HC visto che Cheika no riesce a portarlo in Italia…anche se credo che Dondi sarebbe riuscito

    1. Tomas, non ho scritto che si è perso, ma sicuramente che la partita è finita lì. Si sarebbe perso comunque? Certo, al 99% sì. Si sarebbe perso male? Forse, sicuramente al 43′ eravamo 17-3 con un piazzato facile a disposizione. Poi, detto più e più volte che Tebaldi e Parisse non dovevano essere titolari, che COS ha sbagliato formazione, ma sicuramente oggi la partita è cambiata con l’espulsione di Lovotti. Si sarebbe perso comunque, certo, ma per 43 minuti si aveva provato a lottare. Poi è diventato un massacro.

      1. si certo quando gli altri hanno una 3000 turbo compressa cambio automatico15 marce e tu corri con una 500 con il cambio che gratta e per di più buchi una gomma anteriore …game over! In questo senso sì

  3. Diciamo che fino all’espulsione abbiamo visto quanto può valere un’italia volitiva ma inferiore , detto ciò anche in situazione ottimale per entrambe ci stanno i 25/30 punti di scarto, quando non riesci a contenerli negli impatti e tecnicamente hai poche armi a tuo favore è difficile spuntarla . Da salvare l’impegno mai venuto meno , da biasimare il fallo di Lovotti e 3 situazioni tra palle gettate, e difesa deficitaria che hanno permesso che il divario si allargasse.

Rispondi