Mondiali 2019: la campagna di Russia più dura del dovuto per l’Irlanda

Si è conclusa a Kobe la sfida tra gli irlandesi e i russi che ha chiuso la giornata odierna in Giappone.

Doveva scrollarsi di dosso la delusione per la sconfitta con il Giappone e l’Irlanda lo fa contro una Russia volenterosa, ma nulla più. Tre mete nel primo tempo chiudono il discorso e nella ripresa arriva il bonus importante in chiave quarti di finale per Sexton e compagni, che però continuano a non essere convincenti come dovrebbero.

Leggi la cronaca su OA Sport.

IRLANDA – RUSSIA 35-0

Giovedì 3 ottobre, ore 12.15 – Kobe Misaki Stadium, Kobe
Irlanda: 15 Rob Kearney, 14 Andrew Conway, 13 Garry Ringrose, 12 Bundee Aki, 11 Keith Earls, 10 Jonathan Sexton, 9 Luke McGrath, 8 Jordi Murphy, 7 Peter O’Mahony, 6 Rhys Ruddock, 5 Jean Kleyn, 4 Tadhg Beirne, 3 John Ryan, 2 Niall Scannell, 1 Dave Kilcoyne
In panchina: 16 Sean Cronin, 17 Andrew Porter, 18 Tadhg Furlong, 19 Iain Henderson, 20 CJ Stander, 21 Joey Carbery, 22 Jack Carty, 23 Jordan Larmour
Russia: 15 Vasily Artemyev, 14 German Davydov, 13 Igor Galinovskiy, 12 Kirill Golosnitskiy, 11 Denis Simplikevich, 10 Ramil Gaisin, 9 Dmitry Perov, 8 Victor Gresev, 7 Tagir Gadzhiev, 6 Anton Sychev, 5 Bogdan Fedotko, 4 Andrey Garbuzov, 3 Kirill Gotovtsev, 2 Evgeny Matveev, 1 Andrei Polivalov
In panchina: 16 Stanislav Selskii, 17 Valery Morozov, 18 Vladimir Podrezov, 19 Andrey Ostrikov, 20 Evgeny Elgin, 21 Sergey Ianiushkin, 22 Roman Khodin, 23 Vladimir Ostroushko
Marcatori: 2′ m. Kearney tr. Sexton, 14′ m. O’Mahony tr. Sexton, 35′ m. Ruddock tr. Sexton, 62′ m. Conway tr. Carty, 76′ m. Ringrose tr. Carty
Cartellini gialli: 33′ Fedotko, 51′ Ostrikov

Foto – Instagram/irishrugby

5 commenti su “Mondiali 2019: la campagna di Russia più dura del dovuto per l’Irlanda

  1. Mah, sinceramente non saprei che dire dell’Irlanda di oggi. Partenza a razzo come con Scozia e Giappone, 14 punti in 14 minuti, poi terza meta poi una fatica atroce. Russia che ha lottato come se non ci fosse un domani (“trojans” li ha chiamati Stransky), ma differenza troppo abissale per impensierire i verdi, che però non so se abbiano un calo fisico o di concentrazione, ma cosi rischiano di finire ai quarti come 4 anni fa.
    Interessante il discorso e statistiche che faceva Stransky su come ha giocato e quanto ha vinto l’Irlanda da quando Smith ha detto che andava via, e sui loro picchi di forma, tendenzialmente 1-2 anni prima del mondiale.

  2. Hai ragione Duccio, c’e’ nienta da dire se non che va ben l’obiettivo minimo dei 5 punti e’ stato raggiunto.

    Prestazione assolutamente sottotono pero’, se si tolgono i primi 20-25 minuti il resto non e’ un granche’…e quando Sexton esce lasciando spazio a Carty esplode anche la confusione in campo. Cosi’ non si va lontano, non so se sia una questione atletica o semplicemente si e’ spento qualcosa nella testa e non riusciamo a riaccenderlo ma anche oggi siamo stati ben al di stotto delle attese.

    La speranza e’ che sia una questione fisica o mentale di concentrazione, come si sia passati dal partitone con la Scozia (che certo di suo ha giocato male) a queste due partite difficile spiegarlo.

    @Liuk non ho ascoltato Stranki ovviamente ma sul fatto che l’Irlanda ha smesso di giocar bene e fare risulato dopo che Schmidt ha detto che se ne sarebbe andato non la credo…se non altro per un motivo molto semplice chi lo sostituira’ e’ li’ con lui (da 4 anni). Non credo si possa pensare ad un calo di tensione o altro perche’ Schmidt se ne va, Farrell e’ li’ e questo e’ il Mondiale.

    1. No certo, ma nemmeno lui ci credeva sul serio, era solo una (curiosa) statistica. Già più interessante vedere come l’Irlanda arrivi meglio l’anno prima del mondiale, che quello quando il mondiale si gioca.
      Al di là di una mediana che gira poco, vedo tanti ball carrier fare molta più fatica di prima, e al breakdown non sono più cosi dominanti.
      Vedremo. Magari raggiungono il picco la quarta settimana, ma fossi nei tifosi Irish sarei un po’ preoccupato. All Blacks e Springboks rischiano di aver vita abbastanza facile contro un’Irlanda cosi (c’è da dire che anche la Scozia con Samoa, la Francia al netto del primo tempo coi Pumas, o la stessa Inghilterra non è che abbiano fatto vedere sfracelli e siano stati schiacciasassi, quelle partite da 50-60 punti di scarto si son viste per ora solo con Saf e NZ)

  3. Inoltre Murphy fuori, possibile nuovo infortunato da sostituire…ma con chi? O’Donnell non e’ quello che serve perche’ non ci serve un 7, o rischia su un O’Donoghue o Deegan o la cosa migliore probabilmente e’ far slittare Beirne a terza in panca e richiamare Toner in seconda.

Rispondi