Mondiali 2019: Sudafrica facile facile sulla Namibia

Con il netto successo degli Springboks si è chiuso questo lungo sabato mattina di Rugby World Cup in Giappone.

Parte subito fortissimo il Sudafrica, intenzionato a chiudere il prima possibile la pratica, ma la Namibia difende con ordine e quando gli Springboks sono a un passo dalla meta erge un muro e nulla di fatto. Muro che, però, si sgretola al 4′ quando è Schalk Brits a sfondare, ma il TMO annulla. Insiste il Sudafrica, fatica la Namibia a reggere e commette fallo più volte e alla fine servono 10 minuti ai sudafricani per trovare finalmente la meta con Bongi Mbonambi. Accelera il Sudafrica e con una maul va oltre al 14′ con Francois Louw. Poco dopo contrattacco degli Springboks, avanti volontario di Adriaan Booysen e cartellino giallo per il numero 8 della Namibia. E arriva la terza meta, ancora una volta volta con Bongi Mbonambi.

Al 24′ muove il tabellino anche la Namibia dalla piazzola per il 19-3. Ma è solo una parentesi, perché al 27′ gli Springboks conquistano il bonus con la quarta meta, questa volta messa a segno al largo da Makazole Mapimpi. Prova a dare segni di vita e a reagire la Namibia nel finale del match, ma l’ultima azione è di nuovo degli Springboks e a tempo scaduto arriva la meta di Lukhanyo Am che fissa il punteggio sul 31-1 all’intervallo.

Con la partita ormai in archivio già nel primo tempo la ripresa è semplice accademia. E al 47′ è Warrick Gelant a mettere il suo nome sul tabellino con una bella meta al largo. Al 53′ è la volta di Makazole Mapimpi di offrirsi il proprio bis personale. Al 59′ è Siya Kolisi a segnare e punteggio che tocca i 50 punti in casa Springboks. Piove sul bagnato in casa Namibia quando al 64′ viene ammonito anche Johannes Coetzee per un fallo inutile e Springboks che tornano di nuovo in attacco. Ed è Schalk Brits a segnare, questa volta senza che il TMO glielo annulli.

SUDAFRICA – NAMIBIA 57-3

Sabato 28 settembre, ore 11.45 – City of Toyota Stadium, Toyota
Sudafrica: 15 Warrick Gelant, 14 Sbu Nkosi, 13 Lukhanyo Am, 12 Frans Steyn, 11 Makazole Mapimpi, 10 Elton Jantjies, 9 Herschel Jantjies, 8 Schalk Brits, 7 Kwagga Smith, 6 Francois Louw, 5 Lood de Jager, 4 RG Snyman, 3 Vincent Koch, 2 Bongi Mbonambi, 1 Tendai Mtawarira
In panchina: 16 Steven Kitshoff, 17 Thomas du Toit, 18 Eben Etzebeth, 19 Siya Kolisi, 20 Franco Mostert, 21 Cobus Reinach, 22 Damian de Allende, 23 Cheslin Kolbe
Namibia: 15 Johan Tromp, 14 Chad Plato, 13 JC Greyling, 12 Peter John Walters, 11 Lesley Klim, 10 Cliven Loubser, 9 Eugene Jantjies, 8 Adriaan Booysen, 7 Muharua Katjijeko, 6 Thomasau Forbes, 5 Tjiuee Uanivi, 4 Johan Retief, 3 AJ de Klerk, 2 Louis van der Westhuizen, 1 Desiderius Sethie
In panchina: 16 Obert Nortje, 17 Andre Rademeyer, 18 Johannes Coetzee, 19 Prince Gaoseb, 20 Janco Venter, 21 Wian Conradie, 22 Helarius Axasman Kisting, 23 Johan Deysel
Marcatori: 10′ m. Mbonambi tr. E.Jantjies, 14′ m. Louw, 19′ m. Mbonambi tr. E.Jantjies, 24′ cp. Loubster, 27′ m. Mapimpi, 40′ m. Am tr. E.Jantjies, 47′ m. Gelant tr. E.Jantjies, 53′ Mapimpi tr. E.Jantjies, 59′ m. Kolisi, 64′ m. Brits tr. E.Jantjies
Cartellini gialli: 19′ Booysen, 64′ Coetzee

Foto – Instagram/bokrugby

Rispondi