Mondiali 2019: Italia bellissima e vincente con il Canada

Si è conclusa a Fukuoka la seconda partita degli azzurri nella pool B della Rugby World Cup in Giappone.

E’ un’altra Italia quella di Fukuoka rispetto a quella vista con la Namibia. Azzurri che partono subito convinti e con la voglia di far male, scavano il primo gap nel primo quarto di gioco, poi lasciano un po’ troppo spazio al Canada, ma a cavallo dei due tempi accelerano nuovamente e chiudono il discorso. Sugli scudi la terza linea formata da Negri, Polledri e Steyn, benissimo Braley in mediana e Minozzi nella linea arretrata, ma è tutta la squadra ad aver affrontato il match con un altro spirito rispetto a quattro giorni fa.

Leggi tutta la cronaca su OA Sport.

ITALIA – CANADA 48-7

Giovedì 26 settembre, ore 9.45 – Fukuoka Hakatanomori Stadium, Fukuoka
Italia: 15 Matteo Minozzi, 14 Tommaso Benvenuti, 13 Michele Campagnaro, 12 Jayden Hayward, 11 Giulio Bisegni, 10 Tommaso Allan, 9 Callum Braley, 8 Braam Steyn, 7 Jake Polledri, 6 Sebastian Negri, 5 Dean Budd, 4 David Sisi, 3 Simone Ferrari, 2 Luca Bigi, 1 Andrea Lovotti
In panchina: 16 Federico Zani, 17 Nicola Quaglio, 18 Marco Riccioni, 19 Federico Ruzza, 20 Maxime Mbandà, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Carlo Canna, 23 Mattia Bellini
Canada: 15 Patrick Parfrey, 14 Jeff Hassler, 13 Ben Lesage, 12 Nick Blevins, 11 DTH van der Merwe, 10 Peter Nelson, 9 Gordon McRorie, 8 Tyler Ardron, 7 Lucas Rumball, 6 Michael Sheppard, 5 Josh Larsen, 4 Conor Keys, 3 Matt Tierney, 2 Eric Howard, 1 Hubert Buydens
In panchina: 16 Benoit Piffero, 17 Djustice Duru-Sears, 18 Jake Ilnicki, 19 Luke Campbell, 20 Matt Heaton, 21 Jamie Mackenzie, 22 Ciaran Hearn, 23 Andrew Coe
Marcatori: 3′ cp. Allan, 9′ m. Steyn tr. Allan, 13′ m. Budd tr. Allan, 44′ m. Negri tr. Allan, 58′ m.t. Italia, 62′ m. Bellini, 70′ m. Coe tr. Nelson, 72′ m. Zani tr. Canna, 79′ m. Minozzi

Foto – Twitter/rugbyworldcup

Un commento su “Mondiali 2019: Italia bellissima e vincente con il Canada

  1. Migliore si,bellissima no… la difesa ancora va registrata, abbondantemente
    Capitano abdica per il bene della nazionale, accontentati di essere un impact player di lusso!

Rispondi