Mondiali 2019: Italia, di positivo solo Ruzza e Morisi

Una prestazione pessima degli azzurri all’esordio contro una mediocre Namibia. Per il Canada serve cambiare marcia velocemente.

E’ arrivata la vittoria all’esordio nella Rugby World Cup per l’Italia in Giappone. E’ arrivato il successo con bonus, obiettivo minimo richiesto a Parisse e compagni contro una Namibia che si è confermata formazione mediocre e non certo al livello degli azzurri. Ma le note positive all’Hanazono Stadium finiscono praticamente qui. Perché l’Italrugby soffre troppo, sbaglia di più e, alla fine, non convince e mostra ancora una volta tutti i suoi limiti. Continua a leggere su OA Sports.

Un commento su “Mondiali 2019: Italia, di positivo solo Ruzza e Morisi

  1. Non ho capito bene quali siano stati i “troppi errori” di Allan.
    Ha avuto pochi palloni giocabili, con Tebaldi in giornata da “mani nei capelli” e un Parisse che voleva a tutti i costi giocare di mischia anche quando non era il caso. Quei pochi palloni giocabili sono stati aperti e si è infatti visto come, anche grazie a Morisi, si sarebbe potuto fare male alla Namibia. Vi sono stati innumerevoli errori di handling, ma questi non mi pare si possano imputare tutti o in gran parte al nostro #10.
    Si è fatto sempre trovare pronto in sostegno, anzi…..uno dei pochi ad essere sempre vicino all’azione. La sua meta è arrivata proprio così.

Rispondi