Mondiali 2019: ufficiale l’esclusiva sulla Rai

Come anticipato l’Emittente di Stato trasmetterà i match dell’Italia, le fasi finali e i match clou del torneo iridato in Giappone.

La rassegna iridata prende il via il 20 settembre, con l’Italia che disputerà il proprio match inaugurale il 22 settembre contro la Namibia all’Hanazono Stadium di Osaka.

L’accordo prevede la messa in onda su Rai 2 delle quattro partite della fase a gironi dell’Italia e un minimo di diciassette incontri su Rai Sport, inclusa la gara inaugurale, i quarti di finale, le semifinali, la finalina per il bronzo e la Finale del 2 novembre.

L’accordo riflette l’impegno di World Rugby a rendere “Giappone 2019” il Mondiale più accessibile di tutti i tempi, avvicinando e affascinando una nuova generazione di appassionati e partecipanti attraverso una quanto mai vasta copertura in chiaro, affiancata da una partecipazione social/digital senza precedenti.

Mondiali 2019 in tv: ecco il palinsesto

Sir Bill Beaumont, Presidente di World Rugby, la Federazione internazionale, ha dichiarato: “World Rugby è estremamente felice di dare il benvenuto a Rai nella famiglia delle televisioni che manderanno in onda la Rugby World Cup. La rassegna iridata di quest’anno è orientata a divenire l’evento rugbistico più seguito di tutti i tempi, e l’accordo con Rai riflette fortemente il nostro impegno a raggiungere nuovo pubblico”.
“L’Italia è una fiera nazione di rugby, in forte crescita, e l’ampia copertura del Mondiale attraverso un’emittente nazionale con una solida vocazione per il grande sport internazionale è un dato eccitante per il continuo sviluppo dello sport in Italia” ha aggiunto il numero uno del rugby mondiale”.

“La Coppa del Mondo rappresenta la massima espressione del nostro sport – ha aggiunto il Presidente della FIR, Alfredo Gavazzi – e siamo felici che la nostra Nazionale, grazie alle dirette su Rai2, possa entrare virtualmente nelle case di tutti gli italiani durante la rassegna iridata. Si tratta di una splendida opportunità per continuare ad alimentare la crescita del rugby in Italia, raggiungendo un pubblico sempre nuovo con l’avanzare della manifestazione”.

Fabrizio Salini, Amministratore delegato Rai, ha aggiunto: “Siamo felici e orgogliosi di aver portato il grande rugby sui nostri canali generalisti e soprattutto di essere in grado di offrire al pubblico italiano uno spettacolo grandioso come la Coppa del Mondo. Il nostro rapporto con gli “Azzurri”, che già ci consente di trasmettere tutte le competizioni di tutte le squadre di calcio nazionali, maschili e femminili, oltre alle competizioni mondiali ed europee che vedono coinvolti i nostri atleti, si arricchisce quindi di un ulteriore evento straordinario, con una disciplina inclusiva e dai valori profondi, esattamente come vogliamo che sia la Rai”.

“Giappone 2019” raggiungerà la più ampia audience nella storia, raggiungendo oltre 800 milioni di case in 217 Paesi, superando i 683 milioni di famiglie toccate nel 2015. Un dato che certifica l’impegno di World Rugby a espandere la portata del Gioco nel mondo, coinvolgendo la prossima generazione di fans in tutto il mondo.

Rispondi