Test match: Inghilterra, con l’Italia si sperimenta

Eddie Jones rivoluziona la squadra per la sfida di venerdì sera. C’è addirittura un giocatore non convocato per i Mondiali.

Ci sarà Joe Marchant a centro dell’Inghilterra contro l’Italia. Una convocazione sorprendente, visto che il trequarti non è neppure inserito nel gruppo che andrà in Giappone per i Mondiali. Rivoluziona la squadra Eddie Jones che, dunque, contro l’Italia farà molti esperimenti, tra i quali schierare l’esordiente Ruaridh McConnochie all’ala.

INGHILTERRA

15 Anthony Watson, 14 Ruaridh McConnochie, 13 Joe Marchant, 12 Piers Francis, 11 Jonny May, 10 Owen Farrell, 9 Ben Youngs, 8 Billy Vunipola, 7 Mark Wilson, 6 Tom Curry, 5 Courtney Lawes, 4 Joe Launchbury, 3 Dan Cole, 2 Jamie George, 1 Joe Marler
In panchina: 16 Luke Cowan-Dickie, 17 Ellis Genge, 18 Kyle Sinckler, 19 Charlie Ewels, 20 Matt Kvesic, 21 Willi Heinz, 22 George Ford, 23 Joe Cokanasiga

Foto – Instagram/englandrugby

5 commenti su “Test match: Inghilterra, con l’Italia si sperimenta

  1. Esperimenti, i primi 8 sono una banda di macellai… darà qualche minuto a Ewels e Kvesic dalla panchina, risparmiando Itojie, a meno che non sia infortunato. Se questi decidono di giocare e i nostri si presentano in campo come con la Francia, ci macinano.
    Sono contento che non giochi Campagnaro, terrei fuori anche i pochi altri insostituibili, già siamo contati, ci mancano infortuni dell’ultima ora prima del mondiale. A questo punto manderei in campo qualcuno degli esclusi dalla lista partenti, come Zanon e Lazzaroni, gente che comunque dovrebbe passare il Mondiale con la valigia pronta per eventuali sostituzioni d’emergenza.
    Partita per noi assolutamente inutile se non dannosa: le abbiamo già prese da Irlanda e Francia, come iniezioni di fiducia direi che possono bastare.

      1. Tutti questi mesi di preparazione per una partita al massacro con gli Inglesi? No grazie. Vincere con Namibia e Canada, giocare al meglio con Sud Africa. Pur con tutti i nostri (enormi) limiti il piano non deve cambiare per mister simpatia Eddie.

      2. Allora mettiamo le seconde linee per preservare i supposti titolari – che ci faranno vincere solo contro Namibia e Canada – da eventuali infortuni e becchiamo cmq 60 punti da Eddie Jones che ci spernacchierà a dovere. Noi siamo palesemente inferiori, ma a volte ci piace proprio farci male da soli…

Rispondi