Mondiali 2019: Irlanda, i 31 giocatori per il Giappone

E’ Devin Toner l’esclusione più rumorosa per Joe Schmidt in vista della Rugby World Cup.

Non c’è Devin Toner nei 31 irlandesi che andranno alla prossima Rugby World Cup. E’ l’esperta seconda linea il taglio più clamoroso per Joe Schmidt che ha anncunciato i convocati per il Giappone. Fuori anche Kieran Marmion, con Schmidt che in mediana ha preferito puntare su Luke McGrath.

IRLANDA – convocati

Avanti: Rory Best, Tadhg Beirne, Jack Conan, Sean Cronin, Tadhg Furlong, Cian Healy, Dave Kilcoyne, Iain Henderson, Jean Kleyn, Peter O’Mahony, Andrew Porter, Rhys Ruddock, James Ryan, John Ryan, Niall Scannell, CJ Stander, Josh van der Flier
Trequarti: Bundee Aki, Joey Carbery, Jack Carty, Andrew Conway, Keith Earls, Chris Farrell, Robbie Henshaw, Rob Kearney, Jordan Larmour, Luke McGrath, Conor Murray, Garry Ringrose, Jonathan Sexton, Jacob Stockdale

5 commenti su “Mondiali 2019: Irlanda, i 31 giocatori per il Giappone

  1. Analizzando le scelte sui ballottaggi che c’eramo@
    Kilcoyne per McGrath: forma della stagione ed in questi TM dicono che Killer sia piu’ in palla, di un McGrath che con Moore a Belfast provera’ a rientrare in Nazionale molto velocemente.

    Kleyn per Toner: la scelta piu’ discussa e per me incredibile. Capisco che Schmidt veda in Ryan-Henerson la sua coppia titolare e che Toner non sia un impact player da usare a partita in corso, ma onestamente io non capisco cosa abbia visto Schmidt nelle partite impiegato. Inolte non dovessero funzionare le cose sui lineout non c’e’ neanche quella “coperta di linus” per Best che e’ Toner.

    McGrath per Marmion: chiamata anche qua un po’ inspiegabile. Ok di nuovo si gioca il jolly di andare con due soli MM (Carbery si sarebbe allenato come Madigan 4 anni fa a giocare da mm in caso di emergenza…poi pero’ chiamo’ Boss alla prima opportunita’), ma per 3-4 stagioni usa Marmion come backup di Murray ed oggi dopo comunque una buona prestazione col Galles cambia. Oh io sono il primo a pensare che tra Marmion-Cooney-McGrath quando in giornata McGrath sia il migliore ma ad oggi non e’ stato cosi’ continuo.

    Farrell per Addison: sembrava quasi certo che Addison avesse il vantaggio, giocatore che puo’ coprire tutti ruoli nella 3/4, bella partita in Galles, capacita’ di aggiungere un po’ di creativita’ alla manovra…ma invece sceglie Farrell. Sembrerebbe che Addison abbia avuto dei problemi muscolari dopo la partita in Galles pero’.

    Jordy Murphy: alla fine anche lui e’ un po’ una sorpresa, tutti pensavano ad un 18-13 invece sara’ un 17-14 che da spazio a Conway in ottima forma dietro.

    Diverse sorprese, non tutte le scelte a me convincono, stiamo a vedere.

    1. grazie della tua sempre interessante analisi, Stefo.
      in seconda effettivamente è piuttosto sorprendente la scelta. Ad un piccolo infortunio della seconda titolare nei quarti ci potrebbero essere effettivamente problemi sui lineouts, a mio modestissimo modo di vedere.

      1. Ciao Alex, la scelta di Toner lascia sorpreso me perche’ non e’ che abbia perso il posto per un campione…non riesco a vedere cosa Kleyn dia di piu’ anche in chiave di tighthead lock in cui senza dubbio in fase di supporto al pilone destro e’ valido Kleyn ma non cosi’ superiore.

        Si sta pero’ scrivendo troppo di questa scelta qua in Irlanda e vedo anche altrove, non mi convince ma il processo partito e’ esagerato….leggo anche cose senza senso, Irlanda al secondo mondiale di fila fisicamente e psicologicamente giu’…psicologicamente giu’ 4 anni fa? Vinto il 6N nel 2015, TM di Agosto 2-2 con rotazione di squadra, al gruppo fecero quello che dovevano fare battendo agevolmente la Francia, Canada e Romania e faticando un po’ con l’Italia…gli infortuni al mondiale non avevano nulla a che fare con lam preparazione, ne POC ne Sexton…boh!

        Sto Mondiale sara’ duro, ;a pressione salita 10 mesi fa non ha fatto bene, alcune scelte lasciano perplessi (a me lascia perplesso Farrell per Addison ma per una questione di capacita’ di coprire piu’ ruoli e tipologia di giocatore che ti offre possibilita’ diverse…una questione piu’ di gusto che altro) ma apputno fa aprte della pressione che arrivare da una delle ssquadre top al mondo comporta.

Rispondi